Mondragone, Salvini: I violenti non mi spaventano e non mi fermeranno

95
(foto Facebook)

Con Matteo Salvini al Viminale in Campania è aumentata la presenza dello Stato sul territorio, cresciuti i fondi per la sicurezza e diminuita la criminalità. Lo sottolinea lo stesso segretario della Lega in una dichiarazione dopo le contestazioni subite ieri nel corso della sua visita in Campania e in particolare a Mondragone. “I violenti arrivati a Mondragone – commenta Salvini – non ci spaventano e non ci fermeranno”. “A Napoli – ricorda – in circa un anno con Matteo Salvini al Viminale erano arrivati 137 poliziotti in più, con un piano di riorganizzazione che aveva previsto una super questura, passata da 3.740 agenti a 4.332 con un incremento di 592 unità. L’impegno e i risultati del ministro Salvini per Napoli e la Campania erano stati dimostrati anche dai militari impegnati per Strade Sicure (690, di cui 100 per la Terra dei Fuochi). Con i fondi del Decreto Sicurezza, Napoli ha avuto 1,4 milioni. Il comune ha potuto così assumere 53 agenti della Polizia Municipale grazie ai fondi della Sicurezza Urbana (altri 6,7 milioni di euro). “Per Scuole Sicure – iniziativa fortemente voluta da Salvini – il capoluogo campano ha avuto altri 243mila euro, che si sommano alle risorse contro la dispersione scolastica. A questi stanziamenti vanno aggiunti quelli per i Comuni della provincia: 150mila euro nel 2018 per Spiagge Sicure (tre Comuni coinvolti), diventati 294mila euro quest’anno (sette Comuni coinvolti). Per la messa in sicurezza di scuole e strade nei piccoli comuni campani sono arrivati 4,21 milioni”, si legge ancora nella dichiarazione.