Monitoraggio bacini marittimi: due gare d’appalto da Bruxelles

40

Esaminare gli attuali programmi relativi all’assemblaggio di dati e al campionamento, alla rilevazione, all’osservazione e alla raccolta di dati in un bacino marittimo, analizzare il modo in cui tali attività possano Esaminare gli attuali programmi relativi all’assemblaggio di dati e al campionamento, alla rilevazione, all’osservazione e alla raccolta di dati in un bacino marittimo, analizzare il modo in cui tali attività possano essere ottimizzate e trasmettere i risultati alle parti interessate attraverso un portale internet. Questo l’oggetto di un bando di gara d’appalto da 4,3 milioni di euro promosso dalla Commissione Europea e strutturato in tre incarichi: rassegna della letteratura esistente, sfide e valutazione. Tutti e tre gli incarichi dovranno essere eseguiti contemporaneamente a partire dall’inizio del contratto. I risultati della rassegna della letteratura esistente dovranno essere comunicati dopo 9 mesi; quelli delle sfide dopo 16 mesi e tali attività verranno ripetute e i loro risultati comunicati dopo 34 mesi. I risultati dei primi due incarichi confluiranno nella valutazione che verrà presentata dopo 18 e 34 mesi. Destinatari dei finanziamenti sono professionisti, ricercatori, Università, consorzi e imprese. La sovvenzione copre il 100 per cento dei costi all’interno di un budget complessivo di 4.350.000 euro. Per partecipare c’è tempo fino a lunedì prossimo 24 novembre. Sempre da Bruxelles arriva anche un altro bando gara relativo al monitoraggio e alla valutazione della pesca e dell’acquacoltura. Oggetto dell’appalto, in particolare, è la fornitura di servizi di assistenza a favore della Commissione europea e degli Stati membri nell’ambito del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (Feamp) 2014-2020. Destinatari dei finanziamenti, anche in questo caso, sono imprese, Consorzi, professionisti, ricercatori, Università e reti d’imprese. La sovvenzione coprirà il 100 per cento dei costi previsti e il finanziamento messo a disposizione da Bruxelles ammonta a 1 milione di euro. Per partecipare alla gara d’appalto le domande vanno inviate entro il 9 gennaio 2015.