Monsignor Filippo Iannone a capo del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi

36
In foto Filippo Iannone

Papa Francesco lo ha mantenuto fino agli 80 anni, ma anche per il cardinale Francesco Coccopalmerio, l’italiano più votato nel Conclave del 2013, grande giurista e storico collaboratore del cardinale Carlo Maria Martini che lo volle come suo ausiliare a Milano, è arrivato il momento della pensione. Lo sostituisce l’arcivescovo carmelitano Filippo Iannone, in passato ausiliare del cardinale Michele Giordano a Napoli e del vicegerente del cardinale Agostino Vallini al Vicariato di Roma, dove ha seguito la riorganizzazione dei Tribunali ecclesiastici. 60enne, è stato anche vescovo di Sora (Frosinone). Nato a Napoli il 13 dicembre 1957, padre Iannone è entrato nell’Ordine dei carmelitani il primo agosto 1976, dopo la licenza liceale. Ha compiuto gli studi teologici alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, conseguendo il Baccalaureato in Teologia e, in seguito, alla Pontificia Università Lateranense, ottenendo il Dottorato in utroque iure. Presso il Tribunale della Sacra Romana Rota ha ottenuto il diploma di Avvocato Rotale. Ha frequentato inoltre i corsi di specializzazione presso alcuni Dicasteri della Santa Sede. Dopo aver emesso la prima professione, come carmelitano, il primo ottobre 1977 e quella solenne il 15 ottobre 1980, è stato ordinato sacerdote il 26 giugno 1982. Ha ricoperto vari incarichi nell’Ordine carmelitano e nell’arcidiocesi di Napoli. È stato difensore del Vincolo del Tribunale regionale Campano dal 1987 al 1990 e vicario giudiziale aggiunto del Tribunale diocesano di Napoli dal 1990 al 1994. Già docente di Diritto canonico, in qualità di Professore associato, nella Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, ha tenuto corsi, come professore inviato, presso alcuni Istituti superiori di Scienze religiose e presso la Scuola di specializzazione in Diritto ecclesiastico e canonico della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi Federico II di Napoli. Il 12 aprile 2001 è stato nominato vescovo ausiliare di Napoli, ricevendo l’ordinazione episcopale il 26 maggio dello stesso anno. Il 19 giugno 2009 è stato nominato vescovo di Sora-Aquino-Pontecorvo mentre dal 31 gennaio 2012 era vice gerente della diocesi di Roma.