Montagna, Gallo: “Con Smart Mountains Sila e Calabria guardano a sviluppo sostenibile”

14

(Adnkronos) – “Noi questo progetto come Regione lo abbiamo adottato subito e lo abbiamo fortemente sostenuto economicamente e finanziariamente. La Sila, con la sua montagna, con i suoi boschi, con la sua biodiversità, con i suoi prodotti enogastronomici, dalla patata della Sila Igp alle farine di grani antichi, dai formaggi e salumi ai frutti di bosco e alla birra agricola, può essere un volano per lo sviluppo turistico. Uno sviluppo sostenibile, che mette insieme tradizione e innovazione, che poi è la strada indicata da questo progetto”. Così, con Adnkronos/Labitalia, Gianluca Gallo, assessore all’Agricoltura della Regione Calabria, sulla XII ‘Convention Europea della Montagna’, che si terrà dal 25 al 27 ottobre a Camigliatello Silano, nel Parco Nazionale della Sila e Riserva della Biosfera, sotto lo slogan ‘Smart Mountains’.  

Organizzata da Euromontana, l’associazione europea per la cooperazione e lo sviluppo delle aree montane, l’assise 2022 è in collaborazione con Cia-Agricoltori Italiani e con il sostegno appunto della Regione Calabria, del Parco Nazionale della Sila e dei Gal Sila, Kroton e Sibaritide e con il patrocinio del ministero delle Politiche Agricole e Forestali.  

Un evento di respiro internazionale che per Gallo deve rendere orgogliosa l’intera Calabria. “Parleremo appunto di sviluppo sostenibile e di montagna, di innovazione e anche di professioni. Sì, perchè parleremo ad esempio del corso di formazione per il ‘Pastore 4.0’ da noi finanziato e che formerà i nuovi pastori lasciano da parte il bastone di legno e che radunano e controllano il gregge con i droni”, sottolinea Gallo. Un evento che quindi racconterà come “la Calabria sta lavorando nella strada giusta, dobbiamo ripartire dalle tradizioni, dai territori, dagli antichi mestieri e dalle bellezze di cui è ricca la nostra Regione”, conclude Gallo.