Morta la collezionista Heidi Göess-Horten, la donna più ricca d’Austria. Aveva appena aperto un museo

296
in foto Heidi Göess-Horten

Heidi Göess-Horten, l’ereditiera austriaca dei grandi magazzini che proprio all’inizio di questo mese ha aperto a Vienna un museo privato, è morta domenica 12 giugno all’età di 81 anni nella sua villa sulle rive del lago Wörthersee in Carinzia. Con un patrimonio stimato in quasi 3 miliardi di dollari, la collezionista era considerata la donna più ricca in Austria. Il 3 giugno scorso Göess-Horten, per problemi di salute, non aveva partecipato personalmente all’inaugurazione del suo museo, l’Heidi Horten Collection, in un palazzo appositamente restaurato nel cuore di Vienna, un progetto cui teneva molto e a cui ha dedicato gli ultimi tre anni di vita. Il museo ha aperto i battenti nello Stöcklgebäude, storico palazzo tra l’Albertina, il Teatro dell’Opera e il Burggarten. Ospita la collezione (circa 500 opere) raccolta nel corso di 30 anni da Heidi Goëss-Horten, vedova dal 1987 dell’imprenditore miliardario tedesco Helmut Horten, che a partire dal 1936 mise in piedi la quarta catena di grandi magazzini in Germania, la Horten AG. Focalizzata sull’arte moderna e contemporanea, nel museo sono esposte opere di Renoir, Chagall, Schiele, Picasso, Léger, Matisse, Klee, Miró, Magritte, Dalí, Rothko, Niki de Saint Phalle e Dubuffet, fino a Freud, Bacon, Klein, Baselitz e Richter.
Heidi Göess-Horten era nata con il nome di Heidi Jelinek nel 1941 a Vienna. Nel 1966 aveva sposato Helmut Horten, magnate della catena di grandi magazzini tedeschi Horten AG. Alla sua morte, nel 1987, Göess-Horten ereditò la sua fortuna. In seguito ha sposato Jean-March Charmat nel 1994 e si è risposata un’altra volta, con Karl Anton, conte di Göess, nel 2013. Con Helmut Horten, Göess-Horten aveva iniziato a collezionare quadri. Nel 1996 la sua passione divenne pubblica quando comprò 22 milioni di dollari in opere d’arte in un’unica asta di Sotheby’s a Londra. Agnes Husslein-Arco, la specialista di Sotheby’s a Vienna che la aiutò ad acquistare quelle opere, dirige ora la Heidi Horten Collection. Secondo quanto riportato da “Forbes”, al momento della sua morte la Göess-Horten era una delle persone più ricche del mondo, con un patrimonio netto di 2,9 miliardi di dollari. Oltre alla sua collezione d’arte, secondo “Boat International”, Göess-Horten possedeva uno dei più grandi yacht a motore del mondo, il Carinthia VII. Lo yacht è stato messo in vendita quest’anno con un prezzo di 126 milioni di dollari.