Morta May Routh: creò look iconici per film come Oltre il Giardino e L’uomo che cadde sulla Terra

52
in foto David Bowie in L'Uomo che cadde sulla terra

La costumista May Routh, creatrice di look iconici per film come “L’uomo che cadde sulla Terra”, “Oltre il giardino” e “Splash – Una sirena a Manhattan”, è morta nella sua casa di Los Angeles all’età di 87 anni. L’annuncio della scomparsa, avvenuta il 1° giugno, è stato reso noto solo ora a “The Hollywood Reporter” dalla decoratrice di set e portavoce della famiglia Bryony Foster. Routh ha anche realizzato diversi progetti con il regista John Frankenheimer, a partire dall’acclamata mini serie tv “Andersonville” del 1996, ambientata nella Guerra Civile, seguita da un’altra miniserie, “George Wallace” del 1997, con Gary Sinise nel ruolo del governatore dell’Alabama, e dai thriller d’azione per il grande schermo Ronin (1998) e “Trappola criminale” (2000). Routh ha ottenuto il suo primo riconoscimento sul grande schermo come costumista per “L’uomo che cadde sulla Terra” (1976) di Nicolas Roeg, con David Bowie nel ruolo dell’alieno umanoide Thomas Jerome Newton. Routh ideò costumi per Bowie fatti di pizzi e tubi per riflettere il fatto che Newton dipendeva incredibilmente dall’acqua sul suo pianeta natale. In “Oltre il giardino” (1979) di Hal Ashby, la Routh ha disegnato gli abiti ben confezionati degli anni ’20 di un gentiluomo inglese che Chance (Peter Sellers) aveva ereditato.
Ida May Routh era nata in India il 12 luglio 1934 ed era cresciuta a Jabalpur; frequentò un collegio in Inghilterra e si laureò alla St. Martin’s School of Art di Londra prima di iniziare una carriera come modella e illustratrice di moda. I disegni della Routh apparvero regolarmente su riviste di alto livello come “Vogue” ed “Elle”, ma alla fine degli anni Sessanta gli editori passarono alla fotografia per illustrare i loro capi di moda e “il lavoro si esaurì perché tutto era fotografia”, ha dichiarato in una recente intervista per la serie di video “Legacy” della Costume Designers Guild. Così entrò nel mondo del cinema come assistente del costumista Anthony Mendelson che lavorava per i film di Richard Attenborough. E’ stata poi assistente di Yvonne Blake per il regista Richard Lester. Nel 1976 arrivò negli Stati Uniti per lavorare a “L’uomo che cadde sulla Terra”. Routh ha anche disegnato il costume da sirena per Daryl Hannah in “Splash” (1984) in modo che assomigliasse alla pelle di un delfino – più liscia, meno squame – su istruzioni del regista Ron Howard. Routh ha incontrato per la prima volta il production designer inglese Brian Eatwell in “I tre moschettieri”, che è diventato il suo secondo marito nel 1983. I due hanno lavorato insieme anche a “L’uomo che cadde sulla terra” e ad altri film, tra cui “Io, Beau Geste e la legione straniera” (1977) di Marty Feldman e “Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band” (1978) di Michael Schultz. Il suo curriculum comprende anche i film “L’ospite d’onore”, “Storie di fantasmi” e “Il grugnito dell’aquila”.