Morta nel sonno l’ex pattinatrice azzurra Giada Dall’Acqua

16

(AdnKronos) – Lutto nel mondo del pattinaggio artistico. Giada Dall’Acqua, tecnico di terzo livello ed ex atleta azzurra delle specialità di Solo Dance e Coppia Danza è scomparsa a 28 anni. La pattinatrice, che aveva dedicato l’intera vita al pattinaggio a rotelle raggiungendo l’alto livello e vestendo la maglia azzurra in diverse occasioni, è deceduta improvvisamente in casa sua mercoledì pomeriggio mentre dormiva. Ad annunciarlo, in una nota, è la Fisr, la Federazione Italiana Sport Rotellistici.

Al termine della sua carriera, Giada aveva indossato i panni di tecnico allenando per la Società Pietas Julia Pattinaggio di Misano Adriatico. “Giada è scomparsa prematuramente, in punta di piedi a soli 28 anni, lasciando nel dolore più profondo il marito Thomas, la figlia Gioia di appena 18 mesi e la mamma Maria” scrive la Fisr, che si stringe attorno alla famiglia di Giada.

“Ieri è successa una inspiegabile, un’immane tragedia che ha colpito non solo la sua famiglia, ma tutti noi – si legge in un post pubblicato su Facebook dalla Scuola di Pattinaggio Pietas Julia, dove lavorava l’atleta -. Giada è stata prima atleta, dall’età di 4 anni, poi allenatrice della nostra Società, fino a ieri quando è venuta a mancare improvvisamente all’età di 28 anni. Lascia la mamma, il marito e la figlia di un anno e mezzo insieme a tutti noi che siamo stati per lei ‘la famiglia a rotelle’ con cui condividere la sua grande passione per il pattinaggio. Ma la vita va avanti, e noi pur con il cuore a pezzi oggi saremo in pista come sempre per continuare quella attività che lei condivideva con noi e che sono sicura vorrebbe che così venisse fatto”.