Morte De Filippo, il ricordo del premier Gentiloni e le altre reazioni

58
In foto Paolo Gentiloni

“Ricordo Luigi De Filippo, ultimo grande di una famiglia che ha fatto grande il nostro teatro. Roma lo ringrazia anche per l’impegno di questi anni al Teatro Parioli”. Così, su Twitter, il presidente del consiglio dei ministri, Paolo Gentiloni.
“Con Luigi De Filippo scompare un attore bravo e popolare, tra le ultime espressioni di una commedia dell’arte napoletana, che nelle sue interpretazioni ha fatto sorridere e riflettere generazioni di italiani”. Questo il ricordo del presidente del Teatro Mercadante, Filippo Patroni Griffi, che esprime ai famigliari, a nome suo e dello Stabile napoletano, cordoglio per la gravissima perdita.

In foto Filippo Patroni Griffi

Cordoglio anche dal ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini.  “Con la scomparsa di Luigi De Filippo il teatro italiano perde uno dei suoi maggiori autori e interpreti, che con ironia e leggerezza ha caratterizzato il secondo Novecento del nostro palcoscenico, rinnovando la tradizione teatrale partenopea.  Esponente di una famiglia che ha reso grande la tradizione scenica napoletana, De Filippo, nel corso della sua intensa carriera, è stato attore, regista e commediografo di successo. Sono vicino alla famiglia De Filippo – conclude Franceschini – in questo triste giorno per la cultura italiana”.

In foto Dario Franceschini

“La scomparsa di Luigi  De Filippo lascia un grande vuoto in tutti noi. Erede della famiglia che rappresenta non solo il teatro ma l’arte, la cultura e l’umanità di Napoli, Luigi  De Filippo è stato un grande protagonista e non solo sulle scene sempre con passione, ironia, intelligenza. Profondo cordoglio e vicinanza alla sua famiglia”. Così su Facebook il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.
Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, esprime “il cordoglio personale, dell’amministrazione e della Città di Napoli per la fine terrena di Luigi De Filippo, grandissimo attore e regista, uomo di raffinata e profonda cultura. Figlio dell’immenso Peppino, con Luigi se ne va l’erede di una famiglia che è stata protagonista del teatro napoletano in tutto il mondo. Ai familiari di Luigi, che ho avuto l’onore di conoscere ed apprezzarne anche la sua umanità e sensibilità, le condoglianze del popolo napoletano”.  “Ci ha lasciati Luigi De Filippo, grande attore e regista, ultimo erede di una famiglia che ha fatto la storia del nostro teatro e a cui va la nostra riconoscenza. Ciao, Maestro”. Lo scrive su Twitter il presidente della Camera, il deputato napoletano Roberto Fico del Movimento 5 Stelle.

In foto Roberto Fico

“La famiglia De Filippo rappresenta la storia del teatro italiano, una pietra miliare della nostra cultura. Con Luigi, figlio dell’indimenticabile Peppino, perdiamo un pilastro dell’arte. La nostra vicinanza ai familiari, a chi gli ha voluto bene e a tutti gli italiani che hanno amato l’ultimo erede di una grande dinastia teatrale”. Lo scrive sulla sua pagina Facebook Mara Carfagna, parlamentare salernitana di Forza Italia e vicepresidente della Camera dei Deputati. Per il consigliere regionale Erasmo Mortaruolo  “scompare un ambasciatore dell’arte campana nel mondo. Con sapienza e genio ha coniugato una particolare predisposizione per l’arte teatrale con la preziosa eredità familiare dello zio Eduardo e del papà Peppino. È stato una delle menti più raffinate nell’interpretazione dello spirito più originale della nostra terra”.
La scomparsa di Luigi De Filippo “rappresenta per il teatro, e più in generale per tutto lo spettacolo italiano, una dolorosa perdita”. Così Carlo Fontana, presidente dell’Agis – Associazione Generale Italiana dello Spettacolo.

In foto Aurelio De Laurentiis

“L’arte sopraffina della famiglia De Filippo sarà sempre viva: continuerà a emozionare e rappresentarci nel mondo. Il presidente Aurelio De Laurentiis e tutta la Ssc Napoli esprimono profondo cordoglio per la morte di Luigi”.  “Addio a Luigi De Filippo, ultimo erede di una straordinaria famiglia napoletana e teatrale. Era figlio di un mito come Peppino ma ha saputo affermare una propria strada, lasciare un segno suo, essere Luigi. Grazie di tutto, un bacio”. E’ il ricordo pubblicato sui social da Antonio Bassolino.