Morti bianche, domani a Napoli il flash-mob dei sindacati degli edili

56
Domani, giovedì 28 aprile alle ore 10, in piazza Trieste e Trento a Napoli è in programma il flash mob promosso da Feneal, Filca e Fillea della Campania a Napoli per dire basta alle morti sul lavoro, in occasione dello sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori del comparto lapideo, dei marmi e delle cave. “Il fenomeno delle morti bianche – sottolinea Giovanni Sannino, segretario generale della Fillea-Cgil Campania – porta a circostanziate responsabilità che vanno accertate e, lì dove è riscontrato il dolo, punite”. “Gli ultimi lutti indicano che è necessario intensificare i nostri sforzi rivendicativi e vertenziali per affermare il diritto alla salute e alla sicurezza del lavoro. Anche gli altri comparti sono attraversati da un abbassamento delle condizioni di sicurezza, da un indebolimento dei controlli e dall’evidente inefficacia delle sanzioni”. Il sindacato rivendica condizioni ambientali e lavorative sicure, come previsto dall’articolo 7 della Carta dei diritti universali del lavoro, l’iniziativa di legge popolare promossa dalla Cgil.
“Ogni morte sul lavoro – conclude Sannino – è un fallimento per tutti: per le vittime, così come per il mondo delle imprese, le istituzioni e il governo, che ha gravi responsabilità, promuovendo politiche tese a indebolire il lavoro, renderlo sempre più precario e meno costoso per il mondo delle imprese nell’illusione di favorire la loro competitività”.