Morto per il crollo di un cornicione, de Magistris: No allo sciacallaggio, è il Paese intero a essere a rischio

1166
in foto Luigi de Magistris, sindaco di Napoli

“I sindaci sono in prima linea anche quando l’amministrazione non c’entra, perché è un Paese intero che va messo in sicurezza. E’ davvero triste vedere operazioni di sciacallaggio quando c’è una persona che è morta da poche ore”. Cosi’ il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, a margine della cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria al giornalista Gianni Minà, commenta la morte di un commerciante di via Duomo ucciso dal distacco di un cornicione. “Io voglio invece esprimere il cordoglio di tutta Napoli – aggiunge de Magistris – che non vuole essere attraversata da polemiche, ma vuole stringersi attorno alla famiglia di un uomo che muore in un modo inaccettabile”. Per il sindaco è anche “inaccettabile che un Paese non abbia la capacità di trovare le risorse per mettere in sicurezza alberi, strade, edifici. E’ un Paese intero che va messo in sicurezza”.