Morto Iginio Liberali: fondatore e presidente della Lu-ve. Rilevò un’azienda quasi fallita e la portò al successo

311
in foto Iginio Liberali

E’ morto il presidente della Lu-ve Iginio Liberali che nel 1985, all’epoca manager della Merloni con il sogno di fare l’imprenditore, ha rilevato un’azienda in crisi e ne ha fatto un caso di successo. Lo si apprende da un comunicato di Lu-ve Group, uno dei maggiori gruppi mondiali di scambiatori di calore, che “annuncia con profondo dolore” la scomparsa. Liberali era nato a Pavia il 19 settembre 1931. Dopo aver collaborato con la Necchi ricoprendo diversi ruoli fino a diventarne direttore della divisione compressori, è stato direttore generale di Merloni elettrodomestici fino a rilevare la Lu-ve e realizzare una delle prime operazioni di venture capital in Italia e acquisire gli asset e il marchio della Contardo in concordato preventivo. “Nell’esprimere le più sentite condoglianze alla famiglia e a tutta la comunità dei suoi collaboratori nel mondo per questa grave perdita” Lu-ve Group rende omaggio, con estrema commozione a Iginio Liberali, grande uomo e straordinario imprenditore, che ha saputo incarnare una bella idea di Italia, rigorosa e solidale, di chi è riuscito a raggiungere per coraggio e talento, e con discrezione, i livelli più elevati”.