Morto per amianto, Osservatorio: Riconosciuti i diritti della figlia della vittima

80

Il tribunale di Salerno, sezione lavoro, ha condannato il ministero della Difesa a risarcire – con i vitalizi previsti dalla legge – la figlia di un militare morto per mesotelioma. Lo rende noto l’avv. Ezio Bonanni, presidente dell’Osservatorio nazionale sull’amianto: “E’ stata respinta – spiega – la tesi della controparte, secondo cui alla mia assistita non sarebbero spettate le prestazioni di orfana delle vittime del dovere dal momento che, quando il padre si è ammalato ed è morto, non era a carico del genitore”. Il militare in questione aveva prestato servizio su due sommergibili che contenevano amianto. Il Tribunale di Salerno (sentenza 2334/2017) ha anche accolto la richiesta dell’avv. Bonanni per l’equiparazione della ricorrente, ai fini previdenziali, ai familiari delle vittime del terrorismo.