Moscovici: “Amico dell’Italia, nemico è il debito”

7

Roma, 22 ott. (AdnKronos) – “Sono un vecchio amico dell’Italia, la amo. Ho l’Italia nel cuore”. A scandirlo è stato il Commissario europeo per gli affari economici e monetari Pierre Moscovici, nel nuovo appuntamento con “Quarta Repubblica”, su Retequattro.

“Come Commissario ho deciso di garantire all’Italia tutta la flessibilità ammessa dal Patto di stabilità e crescita e questo ha ammontato a una cifra di circa 30 miliardi di Euro, che sono stati garantiti all’Italia e che nessun altro Paese ha mai ottenuto. Quindi, – ha sottolineato Moscovici- dire che sono un nemico dell’Italia, non è assolutamente pertinente”.

E ha aggiunto: “Tutti i nemici dell’economia italiana provengono dal suo interno. Li chiamo: mancanza di investimenti, ineguaglianze, debito pubblico. Questo perché, quando c’è un debito pubblico che ammonta al 130% del PilL, allora c’è un problema. Chi paga questo debito? Il popolo italiano”. “Il debito è negativo per i cittadini e qualunque bilancio che lo aumenti va contro di loro”, ha detto ancora Moscovici.