Mostre: al via ‘Foggia fotografia: la Puglia senza confini’

8

Foggia, 2 nov. (Labitalia) – Anche quest’anno Foggia torna a vestire i panni di capitale della fotografia e si prepara ad accogliere la VII edizione del festival ‘Foggia fotografia: la Puglia senza confini’, evento di richiamo nazionale organizzato dal FotoCineClub del capoluogo. Come già per i precedenti appuntamenti, il festival conferma anche quest’anno un programma denso e articolato di mostre, incontri, laboratori, workshop, seminari, proiezioni, facendo convergere studiosi, critici e artisti da tutta Italia che daranno vita ad attività finalizzate alla divulgazione dei linguaggi visivi e fotografici. Anche per quest’anno il direttore artistico è Nicola Loviento, presidente del FotoCineClub di Foggia e consigliere nazionale della Fiaf (Federazione italiana delle associazioni fotografiche), che nel lavoro organizzativo viene coadiuvato dal gruppo di soci storici del sodalizio foggiano. Il programma sarà fitto e pieno di grandi ospiti, tra cui Franco Fontana e ‘Quelli di Franco Fontana’.

La mostra-evento di Franco Fontana sarà inaugurata giovedì 8 novembre, alle ore 17,30, presso il Palazzetto dell’Arte di Foggia; insieme a lui, una rosa dei prescelti fra gli allievi, denominati appunto ‘Quelli di Franco Fontana’. Il mix delle diverse sensibilità ha fatto sì che Fontana accogliesse i singoli autori, dando la precedenza ai sentimenti e alle loro espressività. Il tutto sarà preceduto da una lectio magistralis del maestro Fontana introdotta dal critico e giornalista Mosè Franchi e da Giuliana Mariniello, fotografa e redattrice del mensile FotoIt, che sono stati anche i curatori di questa mostra. Franco Fontana è certamente uno dei fotografi più noti del panorama mondiale: modenese di nascita inizia a fotografare negli anni ‘60 quando si occupa di studiare le varie espressioni del colore, fino ad indagare la forma, lo spazio e l’utilizzo della luce. ‘Landscapes’ rappresenta sicuramente la sua serie più famosa: emersa per la prima volta nel 1970, esprime l’acuta sensibilità dell’artista nell’utilizzo del colore e nel sintetizzare le geometrie nascoste in natura in uno scatto puro e semplice.

La magnificenza di Fontana è racchiusa nell’uso delle forme, delle linee e dei colori per dare alla natura nuova espressione e svelarne l’armonia. Solo dopo un viaggio negli Stati Uniti nel 1979, è costretto a misurarsi con l’urban landscapes: ambientazioni urbane frenetiche e confuse, indistinte, di cui riesce comunque a cogliere l’essenza, isolando ciò che davvero ha un senso dal profondo caos del contesto in cui è inserito. In queste opere, figure e volti umani non sono mai presenti, lasciando ancora una volta spazio ai concetti di colore e forma.

L’umanità viene introdotta in fasi postume (con la serie ‘Presenza Assenza’ negli anni 1979-1982 e con ‘Sospesi nella luce americana’ nel 2001), quando Fontana rappresenta le contraddizioni e i misteri del nostro essere attraverso l’uso accorto di ombre, incorporee e angoscianti, che si mischiano alla geometria e purezza iniziale. Dal 2000 si dedica allo studio di segni, imperfezioni e frammenti che caratterizzano la pavimentazione urbana, con lo sviluppo della serie Asfalti.

Negli ultimi anni ha, inoltre, allargato la sua sfera di interessi, occupandosi di nudo e reportage. Fontana ha pubblicato più di 40 libri in Italia e all’estero, esposto in tutto il mondo e le sue opere sono conservate nelle collezioni di più di 50 musei internazionali. Nel 2000 ha ricevuto l’onorificenza di commendatore della Repubblica per meriti artistici e la laurea honoris causa in Design eco-compatibile.

La exhibiion sarà l’occasione per poter ammirare oltre alle opere del Maestro anche quelle degli altri undici fotografi da lui prescelti per questo viaggio: Dario Apostoli, Lisa Bernardini, Fausto Corsini, Massimo De Gennaro, Francesco Della Toffola, Elisa Madeo Pitt, Giuliana Mariniello, Alex Mezzenga, Roberto Mirulla, Paola Musumeci e Franco Sortini (selezionati nei numerosi suoi workshop tenuti negli ultimi anni). All’inaugurazione della mostra, visitabile fino al 24 novembre, interverrà l’assessore alla Cultura del Comune di Foggia, Anna Paola Giuliani.