Mostre, Capri ospita un omaggio a Vittorio Gassman

123
In foto un giovane Vittorio Gassman

di Marco Milano

A Capri “Vittorio Gassman il mattatore”. Nel ventennale della scomparsa l’isola azzurra rende omaggio ad uno dei più grandi di sempre del cinema italiano. La mostra che fa parte degli eventi della prima edizione di “Capri Movie International Film Festival”, organizzata dalle associazioni “Capreae Sirenum Tellus” e “Il Sogno di Ulisse”, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia e con il patrocinio del comune di Capri sarà inaugurata presso la “Sala Luigi Pollio” nel Palazzo dei Congressi di Capri giovedì 10 settembre e resterà aperta fino al 19. Le foto della mostra caprese provengono dall’Archivio fotografico della Cineteca Nazionale, parte integrante del Centro Sperimentale di Cinematografia. Nato a Genova il 1º settembre 1922 e scomparso a Roma nel 2000 Vittorio Gassman è stato molto più di un attore. Vero “diamante” in teatro, al cinema e in tv, inimitabile lettore di versi, il grande Vittorio verrà “raccontato” a Capri attraverso delle immagini come un viaggio nel tempo, attraverso la sua carriera. Una narrazione in mostra, dagli inizi come attore giovane “cattivo” come in “Riso amaro” di Giuseppe De Santis, dove è l’antagonista del “buono” Raf Vallone passando per la svolta comica de “I soliti ignoti” di Mario Monicelli e la maschera di Brancaleone, sino ai ruoli tra comicità e saggezza come “La famiglia” di Ettore Scola e “I picari” di Monicelli. Sull’isola azzurra gli attimi immortalati de “Il Mattatore”, film che nasce da una trasmissione della Rai così chiamata, ma anche soprannome di una vita, dunque, per uno dei miti del grande schermo italiano celebrato anche grazie all’incontro con Dino Risi con il quale Gassman girerà una serie di capolavori come “Il sorpasso”, “I mostri”, “La marcia su Roma”, “Il gaucho”.