Movida violenta, martedì comitato in Prefettura a Caserta. E Mastella a Benevento promette tolleranza zero

87

Le risse nelle strade della movida fanno scattare l’allarme in Campania dopo in questo fine settimana si sono registrate alcuni episodi di violenza tra giovani.
“Dopo essermi sentito con il Prefetto Raffaele Ruberto, è stato fissato nella tarda mattinata di martedì un comitato di ordine pubblico dove definiremo, con i vertici della pubblica sicurezza, tutte le necessità utili ad affrontare la situazione della movida in città, dopo gli ultimi episodi accaduti nella tarda serata di ieri” annuncia in serata il sindaco di Caserta Carlo Marino, poche ore dopo una nottata di movida aggressiva e violenta, con risse in centro e un 24enne arrestato per resistenza alle forze dell’ordine e un amico 16enne denunciato per aver danneggiato un locale e ferito il titolare; polizia e carabinieri avevano due pattuglie in strada, che hanno avuto difficoltà a mantenere la calma tra i gruppi di giovani ubriachi e aggressivi. Alla fine solo il titolare del locale in via Vico è rimasto ferito.

“Adotteremo con fermezza – aggiunge Marino – ogni provvedimento che garantisca la sicurezza contemperando l’esigenza della ripresa economica del territorio. Sono pronto, qualora necessario, ad attivare tutti i miei poteri per ripristinare il diritto alla sicurezza e alla salute in città. Non possiamo permetterci di abbassare la guardia. La capacità di tutta la nostra città di mettere al centro la possibilità di superare la pandemia non può essere messa a rischio da quattro cretini e poco di buono che con il nostro territorio non hanno nessun rapporto. Ci saranno da parte mia, e sono sicuro anche dall’intero comitato ordine pubblico, provvedimenti durissimi contro chi non rispetta l’intera nostra comunità. I nostri figli hanno diritto di godersi la nostra città in piena sicurezza” conclude il sindaco di Caserta.

Un’aggressione c’è stata ieri sera anche a San Giorgio la Molara (Benevento), dove un 19enne in compagnia di una sua amica, è stato picchiato con pugni, calci e schiaffi da un gruppo di coetanei. “Laddove dovessero esplodere incivili moti di mancanza di rispetto tra giovani, che sfociano in aggressioni sciocche e malvagie, userò i miei poteri per intervenire, e con forza, chiudendo eventualmente anche i luoghi della movida. Mi auguro che l’episodio resti confinato ad una brutta ed unica serata. La tolleranza per questi episodi sarà zero”, dice il sindaco Clemente Mastella.

Trentadue persone sono state sanzionate a Napoli dai carabinieri nell’ambito dei controlli anticovid per violazione del coprifuoco; i militari hanno anche sciolto assembramenti nelle aree della movida e nel centro storico.