Mozione sfiducia contro Vincenzo De Luca

16

(ANSA) – NAPOLI, 29 GEN – Arriva in aula la mozione di sfiducia del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Presentata dal centrodestra che ha i numeri, da regolamento, per poterlo fare, la mozione fa riferimento a quella che Armando Cesaro, capogruppo di Forza Italia, ha definito “balla istituzionale”.
    A novembre, il capo della segreteria di De Luca, Nello Mastursi, si dimise dall’incarico. Da Palazzo Santa Lucia, fu comunicato che la decisione era maturata per l’eccessivo carico di lavoro di Mastursi, dato il ruolo di responsabile organizzativo del Pd. Si scoprì, poi, di una indagine nella quale risultava coinvolto Mastursi per presunte pressioni su uno dei giudici chiamati a decidere sulla sospensione di De Luca. Ma Cesaro tiene a precisare che “la vicenda giudiziaria esula dalle attività consiliari” e spiega così il motivo per il quale nella mozione si fa riferimento “solo alla balla istituzionale” e non all’indagine.
   

(ANSA) – NAPOLI, 29 GEN – Arriva in aula la mozione di sfiducia del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Presentata dal centrodestra che ha i numeri, da regolamento, per poterlo fare, la mozione fa riferimento a quella che Armando Cesaro, capogruppo di Forza Italia, ha definito “balla istituzionale”.
    A novembre, il capo della segreteria di De Luca, Nello Mastursi, si dimise dall’incarico. Da Palazzo Santa Lucia, fu comunicato che la decisione era maturata per l’eccessivo carico di lavoro di Mastursi, dato il ruolo di responsabile organizzativo del Pd. Si scoprì, poi, di una indagine nella quale risultava coinvolto Mastursi per presunte pressioni su uno dei giudici chiamati a decidere sulla sospensione di De Luca. Ma Cesaro tiene a precisare che “la vicenda giudiziaria esula dalle attività consiliari” e spiega così il motivo per il quale nella mozione si fa riferimento “solo alla balla istituzionale” e non all’indagine.