Msc, battesimo a Genova per la nave tecnologicamente più avanzata della flotta italiana

112
in foto Msc Seashore verso Napoli
E’ arrivata oggi 8 agosto a Genova Msc Seashore, nuova ammiraglia e 19^ unità della flotta di Msc Crociere, la nave più grande e tecnologicamente avanzata mai costruita in Italia anche sotto il profilo ambientale. Costruita da Fincantieri e varata lo scorso 26 luglio presso i cantieri di Monfalcone, Msc Seashore ha richiesto l’investimento di 1 miliardo di euro che ha generato, solo in fase di costruzione, una ricaduta sull’economia italiana superiore a 4 miliardi, oltre a un significativo impatto turistico-economico derivante dall’operatività della nave nei territori visitati dai suoi ospiti e dagli equipaggi. Dal capoluogo ligure, storico home port di Msc Crociere, Msc Seashore salperà ogni domenica per i prossimi tre mesi, fino al termine della stagione estiva, con crociere settimanali in Mediterraneo occidentale che faranno tappa anche a Napoli, Messina, Malta, Barcellona e Marsiglia. “Con l’arrivo della nuova ammiraglia – ha detto Leonardo Massa, country manager di Msc Crociere – salgono a tre le navi della Compagnia che quest’anno hanno già scalato regolarmente Genova, il cui porto si conferma così altamente strategico e il principale hub di Msc Crociere a livello globale. Quest’anno la Compagnia effettuerà a Genova circa 130 scali, movimentando quasi 400 mila passeggeri che stimiamo in crescita, a circa 700 mila, nel 2022. Sono numeri incoraggianti se valutati nel contesto delle gravi difficoltà registrate dal settore turistico e paragonati al record storico di oltre 1 milione di crocieristi registrato nel 2019, in epoca pre-Covid. Dalla ripartenza delle nostre crociere, primi al mondo ad agosto del 2020, abbiamo trasportato oltre 100 mila crocieristi italiani in maniera sicura, grazie al ‘Protocollo di salute e sicurezza’ messo a punto dalla nostra Compagnia”. Dopo l’estate, è destinato a salire a 11 il numero di unità Msc Crociere che quest’anno faranno scalo sotto la Lanterna, con un record di 30 toccate previste nel solo mese di ottobre.