Multimedia Valley di Giffoni. Cantieri aperti anche di notte

151

È un esperimento e, se funziona, accelererà ulteriorimento i tempi di conclusione dei lavori di costruzione della Multimedia Valley, il complesso architettonico al servizio di Giffoni Experience in costruzione a Giffoni Valle Piana (Sa). Per i prossimi quindici giorni, infatti, le opere di carpenteria dell’acciaio verranno svolte dalle ore 20 alle 6, per consentire agli operai di lavorare in condizioni climatiche meno avverse. “La richiesta, a costo zero, è arrivata dall’impresa impegnata nel cantiere – spiega Gerardo Cancellario, ingegnere e direttore dei lavori per conto del Comune – e se teniamo conto che di giorno proseguiranno altre attività del cantiere, possiamo dire che nelle prossime settimane i lavori procederanno 24 ore su 24. Quanto ai rumori, abbiamo chiesto una deroga al comando dei vigili, ma non dovrebbero esserci conseguenze sulla cittadinanza, visto che l’area è lontana dal centro abitato”. I lavori, dunque, procedono secondo il cronoprogramma stabilito a gennaio, poco prima dell’apertura del cantiere. La cittadina in provincia di Salerno, da oltre 40 anni nodo nevralgico del cinema per ragazzi, è in attesa di una maxi-struttura da 15.000 metri quadri coperti e 20.000 all’aperto. Dei tre corpi principali, uno – il corpo C – sarà interamente realizzato in acciaio: a comporlo, 400.000 chilogrammi della lega di ferro e carbonio, 20mila bulloni e tripodi alti 80 metri sospesi da terra di 11 metri. Un complesso architettonico altamente tecnologico, come spiega Cancellario. “Nel corpo B, due le nuove sale cinematografiche, di cui una dotata di un sistema acustico Thomson di cui erano provviste, quando lo abbiamo commissionato, solo 4 strutture in tutta Italia. Ogni suono uscirà da un altoparlante differente: vedere un film qui sarà un’esperienza indimenticabile. La capienza complessiva delle due sale, inoltre, supererà i 500 posti a sedere”. I lavori dovrebbero terminare per dicembre: i termini saranno rispettati? “Per allora sarà certamente finito il 90 per cento del progetto – spiega il direttore dei lavori –: non escludiamo di farcela, ma la proroga ipotizzata dalla Regione ci farebbe proseguire con maggiore calma”. Insomma, malgrado lo stop per i ritrovamenti archeologici – risolto in breve tempo – il prossimo Festival di Giffoni si farà nella nuova Multimedia Valley.