Muore a Cava l’editore Tommaso Avagliano: lanciò best-seller come “Il resto di niente” di Enzo Striano

30
in foto Tommaso e Sante Avagliano (blog mtncompany.it/)

Dopo la scomparsa, la settimana scorsa, di Tullio Pironti, un nuovo lutto colpisce l’editoria campana. E’ morto ieri a Cava de’ Tirreni, dove viveva, a 81 anni, Tommaso Avagliano, alla guida di Marlin assieme al figlio Sante.
Il Mattino, che per primo ha dato la notizia, ne ricorda la figura di editore, docente, studioso del territorio, autore, poeta e intellettuale. “Dal 2000 – si legge sul quoidiano napoletano – Tommaso Avagliano era Cavaliere all’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Tra i molti riconoscimenti ricevuti: il Premio “Guido Dorso” 2005 del Presidente del Senato per meriti culturali e il premio “Gens Campana 2009”. Già fondatore e direttore della Avagliano Editore (1982–1992), e poi condirettore insieme al figlio Sante (1993 – 2005), con oltre 300 titoli in catalogo, tra cui due best-seller come “Francesca e Nunziata” di Maria Orsini Natale e “Il resto di niente” di Enzo Striano, entrambi tradotti nei principali Paesi europei e trasposti in film, si è poi distinto in un nuovo progetto. Nel 2005 Tommaso e Sante Avagliano hanno dato vita ad una nuova sigla editoriale, Marlin Editore (https://www.marlineditore.it/), che fa riferimento al mitico pescespada che Ernest Hemingway amava pescare al largo di Cuba e di cui racconta nel romanzo Il vecchio e il mare”.