Musei, al San Carlo riapre MeMus: costumi in sala

74

Il MeMus riapre al pubblico e la Sala del Teatro di San Carlo si anima dei personaggi dell’opera “Adriana Lecouvreur”. Dal 30 nell’ambito delle visite guidate è possibile accedere al museo e Archivio Storico del Teatro, con il rispetto di tutti gli standard di sicurezza. Una sorpresa attende inoltre i visitatori in sala: tra palchi e poltrone, ori e velluti, ci saranno i personaggi dell’opera di Francesco Cilea, realizzati e “vestiti” da Giusi Giustino, direttrice della sartoria del San Carlo, con veri abiti di scena. I preziosi costumi sono di taffetà di pura seta con intarsi e inserti fatti a mano. Al MeMus, struttura museale di memoria e innovazione, riconosciuto come museo di interesse regionale, i visitatori si possono ammirare curiosità storiche, cimeli, abiti di scena e la mostra temporanea “Fiabe al museo” dedicata ai più piccoli ma non solo. Le visite guidate al Teatro di San Carlo e al MeMus si svolgono tutti i giorni in sei turni dalle 10,30 alle 16,30 in italiano, inglese e francese.