Musei, Reggia Caserta: oltre 800 mila visitatori nel 2017

35

Continuano a crescere i visitatori della Reggia di Caserta. Nel 2017, rende noto la direzione affidata al manager Mauro Felicori, sono stati emessi 837.848 tagliandi dalla biglietteria di Palazzo Reale, il 23% in più del 2016, quando i ticket erano stati quasi 700mila (681.101), e il 68,57% rispetto al 2015 (497.038 ingressi). Un trend costante iniziato nell’ottobre 2015 con l’arrivo del manager bolognese nell’ambito della riforma Franceschini, che ha concesso piena autonomia finanziaria e contabile al monumento patrimonio dell’Unesco. Felicori, ex funzionario al Comune di Bologna, ha fatto della promozione e del marketing territoriale uno dei punti centrali del suo incarico. Partito da un numero molto basso di visitatori, poco meno di 500 mila all’anno, specie se paragonato alle cifre “monstre” della Reggia “gemella” di Versailles, che totalizza 7 milioni di visitatori annui, Felicori ha sempre detto di avere come obiettivo il milione di visitatori: un traguardo non lontano che potrebbe essere conseguito dal manager prima della fine del mandato (ottobre 2019). Con l’incremento dei visitatori, sono aumentati anche gli incassi: nel 2017, fa sapere la Direzione, gli introiti sono stati pari ad oltre 5 milioni di euro (5.142.188), un +25% rispetto al 2016, quando era stati incassati poco più di quattro milioni di euro (4.084.088), e addirittura un +88,90% rispetto al 2015, quando l’incasso annuale era stato di 2,7 milioni di euro (2.722.150). Soddisfatto il direttore Felicori. “Il risultato raggiunto – dice – è il frutto dell’impegno del personale e di tutti coloro che hanno collaborato, dalle istituzioni, in primis la Regione e la Prefettura, alle associazioni economiche e sindacali. Fondamentale anche il supporto degli imprenditori, a cominciare da quelli turistici e i cittadini tutti, che non ci fanno mai mancare il loro incoraggiamento. Ringrazio anche gli Amici della Reggia, le associazioni, le scuole, l’Ateneo e la stampa” conclude Felicori.