Musei, riapre la cappella del Pio Monte della Misericordia: ingresso gratuito per vedere il Caravaggio

425

Riapre al pubblico la Cappella del Pio Monte della Misericordia a Napoli e sarà possibile ammirare uno dei capolavori di Caravaggio senza pagare il biglietto di ingresso. Dal lunedì alla domenica, dalle 9 alle 13 sarà possibile accedere alla chiesa seicentesca che espone sull’altare maggiore ‘Le Sette Opere della Misericordia’, l’opera dipinta nei primi anni del ‘600 che concentra in un’unica grande tela quanto il Monte si impegna a fare sin dalla sua fondazione. “Abbiamo sentito fortemente il desiderio, in questa fase, di offrire un omaggio alla città aprendo la Cappella al culto, lasciando l’ingresso libero, controllato secondo le norme – spiega Alessandro Pasca di Magliano, soprintendente del Pio Monte della Misericordia – sin dai primi giorni di questa terribile emergenza, insieme ai governatori e tutti i collaboratori siamo impegnati nel sostegno a chi è nel bisogno, per poter proseguire il cammino di assistenza che il Pio Monte svolge da cinque secoli”.

Oltre al capolavoro di Michelangelo da Merisi, sarà possibile ammirare le cappelle laterali della chiesa che custodiscono i dipinti di Battistello Caracciolo ‘San Pietro liberato dal carcere’, Fabrizio Santafede ‘Cristo ospitato in casa di Marta e Maria’ e ‘San Pietro resuscita Tabitha”, Luca Giordano ‘Deposizione’, Giovan Vincenzo D’Onofrio detto il Forlì ‘Il Buon Samaritano’ e Giovan Bernardo Azzolino ‘San Paolino libera lo schiavo’, che illustrano le opere della misericordia esercitate sin dai primi anni d’attività del Monte fondato dai giovani rampolli delle famiglie più nobili di Napoli.

La Cappella sarà ad ingresso libero fino a quando non saranno riaperte al pubblico la Quadreria, le sale della Sezione Contemporanea, l’Archivio e gli altri servizi museali con la riapertura della biglietteria e del bookshop. La grande emergenza sanitaria non ha mai fermato le attività di assistenza promosse dal Pio Monte della Misericordia, che, sin dai primi giorni dell’emergenza sanitaria, ha continuato le sue iniziative e ne ha promosse di nuove: buoni acquisto, distribuzione di tablet a ragazzi sprovvisti, fundraising e una riorganizzazione delle attività preesistenti per continuare a proteggere i più fragili. In questa fase 2, l’apertura gratuita della Cappella vuole essere un omaggio alla città di Napoli e si inserisce nell’ambito delle iniziative sociali del Pio Monte nato con lo scopo di svolgere opere di carità e assistenza.