Museo Archivio Banco di Napoli, vinto il premio Ue per il Patrimonio Culturale

47
Il Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli si aggiudica il “Premio dell’Unione europea per il patrimonio culturale / Europa Nostra Awards 2017”, assegnato dalla Commissione Europea ed Europa Nostra: si tratta della massima onorificenza europea nel settore della valorizzazione del patrimonio culturale, che viene attribuita al progetto “ilCartastorie: gli archivi si raccontano” che intende tutelare e promuovere il patrimonio culturale del più grande archivio storico bancario del mondo, custodito dalla Fondazione Banco di Napoli.
“Siamo molto orgogliosi di essere la prima eccellenza del Meridione e una delle pochissime in Italia ad essere stata premiata nel settore della valorizzazione dopo ben 15 edizioni. Ancor di più perché ilCartastorie è un progetto giovane a cui si dà nuovo impulso e forza morale, energia positiva che porta Napoli nel mondo puntando sulle immense ricchezze culturali del nostro territorio, come il patrimonio unico dell’Archivio Storico del Banco di Napoli”, commenta Sergio Riolo, direttore de ilCartastorie.
Grazie alla minuziosa tenuta dei conti degli antichi banchi pubblici napoletani, l’Archivio offre un affascinante spaccato di 500 anni di vita napoletana (e non solo) a partire dalle dinamiche dell’economia del Mezzogiorno. Il museo mira a “ridare vita” a questo patrimonio di inestimabile valore attraverso il percorso multimediale Kaleidos di Stefano Gargiulo (Kaos Produzioni) e tante altre attività culturali (visite guidate, progetti di narrazione digitale, realizzazione di cortometraggi, spettacoli e itinerari teatralizzati, residenze d’artista).
Il premio per quest’opera di valorizzazione de ilCartastorie è stato assegnato al termine di un iter che ha visto l’esame di ben 202 domande provenienti da 39 paesi in Europa. Alla fine, gli esperti hanno decretato i 29 vincitori provenienti da 18 paesi per i risultati di rilievo che hanno conseguito in materia di “conservazione”, di “ricerca”, di “servizio attivo”, e nei campi della “didattica, della formazione e della sensibilizzazione”. Proprio quest’ultima è stata la sezione che ha visto vincente ilCartastorie, che viene premiato come esempio da seguire anche in altri paesi. Tra le motivazioni della giuria, infatti, si legge: “Si tratta di un’iniziativa facilmente replicabile in qualsiasi archivio d’Europa e rappresenta un modo creativo e vivace di coinvolgere l’intera comunità nella fruizione di questa tipologia di patrimonio culturale; peraltro, questo approccio stimola pubblico e visitatori a proteggere e valorizzare la memoria”.
Durante la cerimonia di premiazione che si svolgerà il 15 giugno a Turku (Finlandia) saranno svelati anche i 7 vincitori del Gran Premio e il vincitore del Premio della giuria pubblica risultante dalle votazioni online sul sito http://vote.europanostra.org/. Tra tutti coloro che voteranno, inoltre, sarà estratto un vincitore che si aggiudicherà un viaggio per due persone in Finlandia, oltre all’opportunità di partecipare alla Cerimonia di Premiazione del Patrimonio Europeo.
“Mi congratulo con tutti i vincitori. I loro risultati dimostrano ancora una volta quanto siano impegnati molti europei nel proteggere e salvaguardare il proprio patrimonio culturale. I loro progetti evidenziano il ruolo significativo del patrimonio culturale nella nostra vita e nella nostra società. Soprattutto oggi, con la società europea posta di fronte a molte grandi sfide, la cultura assume un ruolo fondamentale per aiutarci a far conoscere la nostra storia e i nostri valori comuni al fine di promuovere la tolleranza, comprensione reciproca e integrazione sociale”, ha dichiarato Tibor Navracsics, Commissario Europeo per l’Istruzione, la Cultura, la Gioventù e lo Sport, nell’annunciare l’elenco dei vincitori.