Museo di Paestum, ecco il progetto di “archeologia sperimentale”

63
in foto Gabriel Zuchtriegel

Venerdì 15 febbraio presso il museo archeologico nazionale di Paestum si terrà un workshop pubblico per discutere del progetto di “archeologia sperimentale” elaborato dal Parco archeologico di Paestum insieme all’Istituto universitario “L’Orientale” e alla Federico II di Napoli. “L’obiettivo è quello di ricostruire una casa greca del V sec a.C. con le tecniche e i materiali dell’epoca. Non si tratta solo di un modo per far capire ai visitatori cosa significava vivere in una colonia greca di V sec. a.C. – ha affermato il direttore del Parco, Gabriel Zuchtriegel – è anche un percorso di ricerca, che ci darà delle risposte a molti interrogativi, per esempio quante risorse erano necessarie per costruire una casa e per manutenerla a quei tempi. Il progetto sarà un’integrazione significativa dell’offerta di visita ma anche della ricerca sull’antica Magna Grecia. Per realizzarlo, abbiamo bisogno della partecipazione di cittadini e associazioni che siano coinvolte attivamente in questo percorso”. Tra gli ospiti del workshop il professore Marco Valenti dell’Universita’ di Siena e il prof. Giuliano Volpe dell’Ateneo barese, due esperti del medioevo con importanti esperienze nell’ambito dell’archeologia sperimentale.