Museo Piaggio cresce e si rinnova

27

Pontedera 19 apr. (AdnKronos) – Dopo 18 anni di attività con 600mila visitatori, il Museo Piaggio si rinnova completamente e cresce da 3.000 oltre 5.000 metri quadrati, con oltre 250 preziosi pezzi esposti. Presentato oggi alla stampa internazionale, il nuovo Museo Piaggio si apre al pubblico a partire da sabato 21 aprile con la mostra “FuturPiaggio – 6 lezioni italiane sulla mobilità e sulla vita moderna”, che sarà aperta fino al 10 giugno.

“Piaggio – spiega Roberto Colaninno, presidente e Ad del Gruppo – ha basato la sua storia e il suo successo sull’innovazione, sulla capacità di immaginare un futuro invisibile agli altri, di interpretare i bisogni delle genti in ogni parte del mondo, sia sui mercati occidentali, sia nei Paesi emergenti. Questo museo non mette in mostra solo splendidi veicoli e macchine di grande ingegneria, racconta tante storie, fatte di ingegno straordinario e di grande coraggio, di emozioni, di competizioni e di vittorie, di trasformazioni tecnologiche, economiche e sociali”. “Qui – afferma ancora Colaninno – custodiamo l’insegnamento che ci arriva dalla nostra storia e, allo stesso tempo, continuiamo a scriverla, perseguendo la strada dell’innovazione continua, seguendo con coerenza e capacità di visione gli stessi valori che ci guidano da oltre 130 anni”.

Il Museo Piaggio, situato a Pontedera, diventa il più grande e completo museo italiano dedicato al motociclismo, che accoglie esemplari unici che raccontano la storia del Gruppo Piaggio ripercorrendo l’intera storia dei trasporti: navi, treni, aeroplani, auto, scooter, motociclette sono nate dalla casa madre e dai suoi marchi.

L’aumento della superficie espositiva deriva dalla apertura di due spazi completamente nuovi che, come nella concezione originaria del Museo, sono nati dal recupero e dal restauro di antichi e affascinanti siti industriali. Qui sono accolte le nuove collezioni, una dedicata ai marchi Piaggio e Ape e l’altra alla storia più propriamente motociclistica e sportiva dei marchi Aprilia, Gilera e Moto Guzzi che insieme collezionano lo straordinario palmares di 104 Titoli Mondiali nelle varie specialità del motociclismo sportivo, dal Motomondiale alle Supermoto, dal Trial alla Superbike.