Museo di Pietrarsa, 110mila visitatori nel 2017

44
In foto uno scorcio del Museo Ferroviario nazionale di Pietrarsa, a Portici

Riscontri positivi e affluenza di visitatori in costante aumento si sono registrati a partire dal 2013, anno in cui l’ex Opificio Borbonico – oggi sede di un polo museale di primissimo piano – è stato preso in gestione dalla Fondazione FS Italiane, nata con il preciso intento di recuperare e valorizzare un patrimonio di storia e di tecnica, simbolo del progresso e strumento di crescita del Paese.
Le numerose iniziative fatte di eventi, convegni, spettacoli, mostre e tanto altro hanno riscosso un crescente successo di pubblico, catturando l’attenzione dei media nazionali e internazionali e contribuendo ad accrescere la fama di un sito che non solo espone oggetti unici, ma che sorge in un uno dei luoghi più incantevoli del mondo: il Golfo di Napoli.
Nel giro di poco tempo, dunque, si è passati dai circa 6mila visitatori l’anno, costituiti prevalentemente da scolaresche e appassionati di ferrovie, ai 110mila del 2017, provenienti da ogni parte del mondo, che rappresentano il più significativo premio per il personale che quotidianamente è impegnato a custodire e preservare beni, luoghi e storia per consentire a chiunque lo voglia di apprezzarne da vicino fascino e bellezza.