“Museolo”, al via il crowdfunding per l’App della software house campana Codexon

45

Ha preso il via, sulla piattaforma di crowdfunding Eppela, la raccolta fondi per l’app “Museolo”, prima applicazione che accompagna alla scoperta dei luoghi della cultura più in linea con i propri interessi e che aiuta a trovare opere d’arte, musei e aree archeologiche, ideata dalla software house campana Codexon. Con Museolo, infatti, si possono ascoltare le audioguide direttamente dallo smartphone e realizzarne di proprie. “Museolo – è spiegato in una nota di Eppela – è un’applicazione mobile ideata per dare un contributo alla digitalizzazione dei luoghi della cultura e per migliorare l’esperienza dei visitatori all’interno di musei, pinacoteche, parchi archeologici. Oltre ai classici contenuti testuali e fotografici, Museolo, infatti, permetterà di ascoltare audioguide direttamente dallo smartphone, registrate da appassionati e professionisti del settore che intendono dare un contributo fattivo alla divulgazione artistica e culturale”. “Oltre ad ascoltare il lavoro degli altr0 – è sottolineato nella nota – si si può anche diventare art coach e contribuire attivamente, adottando un museo e curandone le informazioni, oppure registrando in prima persona delle audioguide che saranno messe a disposizione dei visitatori”.
Il progetto di crowdfunding, mira a raggiungere un finanziamento di almeno 5mila euro. I fondi raccolti su Eppela saranno utilizzati per aumentare i contenuti audio e testuali su Museolo e farlo conoscere a quante più persone possibile attraverso attività di digital marketing rivolte per ora al mercato italiano. L’obiettivo per il 2018 è quello di rendere disponibili almeno mille audioguide e acquisire 10mila clienti paganti. “Intendiamo utilizzare in maniera incisiva Facebook e Google per promuovere Museolo con campagne pubblicitarie a pagamento – spiegano gli ideatori su Eppela – combinando le strategie promozionali on line con quelle off line. Ricorreremo a dei promotori locali che saranno presenti neii luoghi censiti su Museolo per promuovere il servizio di ascolto delle audioguide. Il nostro modello di business e’ basato su una logica di revenue-sharing tra il museo, o il proprietario delle opere d’arte in esposizione, l’art coach che registra le audioguide e la piattaforma stessa”.