Musica, alla Reggia di Caserta la magia di “Un’estate da re”

145

di Pasquale Gallifuoco

Sarà quest’anno la Nona Sinfonia in re minore op. 125 per soli coro e orchestra di Ludwig van Beethoven ad aprire mercoledì 27 giugno, alle ore 21, la terza rassegna musicale “Un’estate da Re”. Leverà la bacchetta il maestro Juraj Valcuha, premiato come il migliore direttore d’orchestra dell’anno; direttore del Coro il maestro Marco Faelli. Ormai questa rassegna è giunta alla terza edizione consecutiva; anche quest’anno gli spettacoli vedono la suggestiva e splendida cornice che fa da protagonista la reggia Vanvitelliana di Caserta. Gli spettacoli sono occasione di collaborazione tra il Teatro San Carlo di Napoli e il Teatro municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno. Questa rassegna è finanziata dalla Regione Campania e programmata dalla Scabec, società campana beni culturali, e dal del Ministero dei Beni Culturali. La direzione artistica è stata affidata al Maestro salernitano Antonio Marzullo.
Tre saranno gli ambienti che accoglieranno gli spettacoli: l’Aperia, posta in un’ala settentrionale del parco, delimitata dal giardino inglese, fu inizialmente progettata per accogliere una cisterna voluta dal Vanvitelli, successivamente destinata all’allevamento delle api per la produzione del miele; di qui il nome “aperia”. Il secondo ambiente, la Cappella Palatina, è collocato al piano nobile della Reggia, sul vestibolo superiore, inaugurata nel Natale del 1784 somigliante nella planimetria alla Cappella della Reggia di Versailles. La rassegna quest’anno si allarga anche a un terzo ambiente per la prima volta, il Belvedere di San Leucio, sito riconosciuto dall’Unesco come patrimonio mondiale dell’umanità. Questa struttura fu richiesta da Carlo di Borbone re di Napoli e di Sicilia poi in seguito re di Spagna che prese anche il nome di Carlo III. Quest’anno la rassegna si inaugura nel teatro dell’”Aperia” ed è strutturata da dieci appuntamenti con un inizio travolgente, la nona sinfonia di Beethoven , la più famosa del compositore tedesco, eseguita dall’Orchestra e Coro del Teatro San Carlo. Al fianco del maestro Juraj Valcuha il soprano Ainhoa Arteta, il mezzosoprano Julia Gertseva, il tenore Saimir Pirgu e il basso Goran Jurić .
Sabato 30 giugno, con replica domenica 1 luglio, sempre nel teatro dell’”Aperia”, alle ore 21, abbiamo le due serate donizzettiane con “ Il Campanello dello Speziale”. Direttore d’orchestra Giuseppe Montesano, la regia è firmata da Riccardo Canessa, con l’Orchestra e Coro del Teatro San Carlo. Sabato 7 luglio, ore 21, la musica di Domenico Scarlatti sarà eseguita sempre nel teatro “Aperia” con La Dirindina, intermezzo comico in due parti nell’opera “Ambleto” su libretto di Girolamo Gigli; revisione critica e inserti a cura di Ivano Caiazza, direttore Maurizio Agostini, ancora con la regia di Riccardo Canessa. Giovedì 12 luglio è di scena invece il grande balletto, con Cenerentola su musica di Sergej Prokof’ev su uno scenario di Nikolay Volkov, con Claudia D’Antonio e Alessandro Staiano e il Corpo di Ballo del Teatro San Carlo; la coreografia è firmata da Giuseppe Picone.
Sabato 14 luglio, protagonista il violinista Uto Ughi, nella Cappella Palatina, ci sarà un concerto con musiche di Ludwig van Beethoven, Fritz Kreisler, Camil Saint – Saens e Pablo de Sarasate, accompagnato dal virtuoso pianista Bruno Canino, acclamato e riconosciuto come uno dei più grandi pianisti di musica da camera nel mondo.
Sabato 21 luglio, sempre al Belvedere di San Leucio, sarà rappresentata un’ opera di Giacomo Puccini, Madama Butterfly; direttore d’Orchestra Francesco Rosa, regia di Renzo Giacchieri; l’opera sarà interpretata dal soprano cinese Hé Huì nei panni di Cio-Cio-San, dal baritono Carlo Striuli nelle vesti di Sharpless, dal mezzosoprano Eufemia Tufano nel ruolo di Suzuki e con il tenore Marcello Nardis, nel personaggio di Goro; vede impegnata questa volta l’Orchestra e Coro del Teatro municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno. Martedì 24 luglio si torna all’Aperia per il Concerto Canadian Brass, con musiche di Johann Sebastian Bach, Werke von S. Scheidt, Enrique Crespo, Leonard Bernstein e Wolfgang Amadeus Mozart. Canadian Brass è un quintetto di ottoni canadese fondato da Chuck Daellenbach, Stuart Laughton, e Gene Watts nel 1970.
Sabato 28 luglio torna l’Opera al Belvedere di San Leucio con la Cavalleria Rusticana, il capolavoro di Mascagni direttore d’Orchestra Francesco Ivan Ciampa, regia di Riccardo Canessa con l’Orchestra e Coro del Teatro municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno. Appuntamento straordinario per la chiusura della terza edizione di “Un’Estate da re”, martedì 7 agosto, all’Aperia, il grande Jonas Kaufmann e la talentuosa Maria Agresta, si esibiranno in un recital con l’Orchestra del Teatro di San Carlo e con l’Orchestra del Teatro municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno.