Musica, Carmine Ioanna porta in Irpinia Roy Paci

32

Il loro primo incontro musicale risale alla scorsa primavera, al Festival “Canta Fiora” in Maremma, infatti, il virtuoso irpino della fisarmonica Carmine Ioanna incontrò sul palco la tromba incandescente di Roy Paci, per un concerto all’insegna di una musica senza confini.
Apprezzatissimo dal pubblico, l’inatteso sodalizio si è esibito nuovamente a Vittoria (Rg) nella rassegna “Paralleli Sonori” e, poche settimane fa, in due concerti al Festival Atinajazz nel Lazio di cui uno nella splendida cornice dell’Abbazia di Montecassino.
La sintonia tra i due musicisti è cresciuta, concerto dopo concerto, finché Carmine Ioanna ha invitato il musicista siciliano, noto al grande pubblico per la hit “Toda joya, toda beleza”, per vivere una “full immersion” in Irpinia e realizzare un esperimento live.
Quello dei due musicisti sembrerebbe un mini-tour, in tre date – 20, 21 e 26 agosto – spalmato su tre comuni irpini – Montemarano, Gesualdo e Venticano – ma non è solo questo.
“Si tratta di un vero esperimento sonoro, qualcosa che non si è mai visto né in Irpinia né altrove – spiega Carmine Ioanna – inviteremo il pubblico a seguirci nei tre appuntamenti per vivere tre episodi musicali diversi. Saranno esibizioni “site specific”, come si dice nel linguaggio artistico. Ogni paese, ogni spazio che ci ospiterà ha infatti le sue caratteristiche peculiari, che coglieremo per farle entrare nella nostra musica. E’ un po’ quello che accade con il vino: il “terroir” diventerà parte integrante degli aromi e del gusto che la nostra musica, basata sull’improvvisazione, porterà al pubblico sera dopo sera. E’ anche un bel modo per far vivere l’Irpinia ad un siciliano come Roy Paci, avvezzo al mare, ma anche amante delle atmosfere più raccolte dell’entroterra. Attualmente anch’io vivo in Sicilia, ma l’Irpinia resta nel mio cuore e ci torno spessissimo. Quando ho parlato con Roy della mia terra, ho cercato proprio di trasmettergli la bellezza della mia terra, della gente, elementi che sono parte integrante della mia musica”.
Il mini-tour inizia lunedì 20 agosto, alle 21, al Bolivar di Montemarano (Ctr.da Casa Arsa, 12) per “Irpinia Art Fest Anno Zero”, la manifestazione itinerante ideata da Carmine Ioanna che, per questo concerto, avrà come partner Terredora di Paolo Mastroberardino, Caffè Iuliano, il Ludovico Van di Montemiletto e Azzurra Comunicazione. Il secondo appuntamento è per martedì 21, alle ore 22, in Piazza Umberto a Gesualdo e il gran finale è il 26 a Venticano nell’ambito del Festival “Corto e a capo” in Pizza Monumento ai Caduti.
Nell’agenda di agosto di Carmine Ioanna anche altri concerti: il 17 agosto sarà ospite dell’Estate Pedarese a Pedara (Ct);il 18 vola in Francia per un concerto con D’Zic Trio al Festival Batojazz a Serrières en Chautagne; il 22 suonerà a Nusco in trio con Eric Capone e Gianluca Brugnano e il 30 sarà ospite del Festival Oltremente a Vittoria (Rg).