Musica, caso “rimborsi-voucher” per il concerto di Paul McCartney annullato: il Codacons presenta l’esposto a 104 procure

1205

Dopo la dura accusa dell’ex Beatles Paul McCartney al governo italiano e ad Assomusica sulla gestione dei rimborsi dei biglietti dei suoi concerti di Napoli e Lucca annullati, il Codacons annuncia una dura guerra legale. Sulla questione che riguarda più in generale i servizi non usufruiti a causa dell’emergenza coronavirus, da voli aerei e vacanze cancellate ad abbonamenti sportivi e biglietti per eventi l’associazione fa sapere che, “dopo l’esposto ad Antitrust e Commissione europea” ha “deciso di coinvolgere la magistratura di tutta Italia” presentando un esposto a 104 procure. “Riteniamo – spiega il presidente Carlo Rienzi – che la decisione del Governo di introdurre nei vari decreti il voucher come unico strumento di rimborso in favore degli utenti e il comportamento di aziende e operatori che rifiutano di risarcire in denaro i propri clienti leda in modo evidente i diritti dei consumatori e possa configurare il reato di appropriazione indebita”.