Musica, con Napoli Files i classici partenopei in versione 2.0

40


Una rilettura 2.0 di 12 classici della canzone napoletana: è ”Napoli Files”, non solo un disco ma un omaggio spontaneo del duo South Designers alla canzone napoletana che è definita da tutti la musica più famosa del globo, dove i classici vengono rielaborati e rivisitati in versione 2.0 senza mai perdere di vista la qualità, la cifra stilistica e la bellezza che si respira nelle versioni originali, qui utilizzate sapientemente in una nuova forma. Questo progetto nasce dall’incontro empatico e felice di due artisti, anch’essi napoletani d.o.c., Antonio Fresa e Fabrizio Fiore. Ma il legame con Milano è forte, Fabrizio vive e lavora nel capoluogo lombardo da vent’anni ed è milanese anche l’etichetta discografica, ovvero lo storico editore di canzoni napoletane Leonardi. Tanti nomi importanti sono stati selezionati con dedizione dopo molti ascolti per impreziosire questa collezione di files in uscita oggi, venerdì 5 maggio. Un progetto unico nel suo genere, grazie alle voci originali di grandi artisti come Sergio Bruni, Roberto Murolo, Nunzio Gallo, Renato Carosone, per citarne alcuni, e alle incursioni nel Newpolitan Power ad opera di Raiz degli Almamegretta, Pietra Montecorvino (la voce che Arbore scoprì in FFSS), Cristina Donadio (la Scianel di Gomorra), Gianfranco & Massimiliano Gallo, impegnati in un duetto virtuale con il padre Nunzio (entrambi in un momento di grande esposizione, Indivisibili per Gianfranco e I Bastardi di Pizzofalcone per Massimiliano).
Napoli Files per noi – spiegano i South Designers – rappresenta un piccolo sogno, nato per gioco e per amore di questa musica che è parte del nostro DNA musicale e sociale, una radice forte che per anni abbiamo vissuto con rispetto e sacralità, attraverso gli ascolti casalinghi e di strada, grazie alle grandi voci che l’hanno resa universale e senza tempo. Con passione, dedizione ed entusiasmo abbiamo rigenerato i 12 brani di questo progetto + un inedito composto in napoletano, per proporli ora in una nuova forma a un mondo di nuovi followers, associando contaminazioni, convivenze tra generi differenti, samples, voci importanti e suoni di qualità, per definire un’idea semplice e profonda, nitida traduzione di un mondo presente e concreto, che raccoglie dal passato una sfida, quella di rilanciare la canzone napoletana classica verso il futuro del mondo!”. Questa la tracklist: ”Anema e Core”, ”’O Sole Mio”, ”Scalinatella”, ”Nu’ quarto ‘e Luna”, ”Malafemmena”, ”Luna Rossa”, ”Torna a Surriento”, ”Indifferentemente”, ”Santa Lucia Luntana”, ”Canzona Appassiunata”, ”Carmela”, ”Tammurriata Nera”, ”Tutte ‘e Juorne”. Napoli Files è la perfetta coniugazione tra passato e futuro che ambisce a divenire in poco tempo, eccellenza e icona di un modus operandi che con un nuovo abito chic e originale è pronto a raggiungere il jet set internazionale della musica.