Musica, credito d’imposta: c’è tempo fino a martedì

56

Ultimi giorni di tempo per usufruire del credito d’imposta per la promozione della musica dei nuovi talenti: c’è tempo fino a martedì prossimo 30 giugno per presentare le domande per l’anno 2015. On line è disponibile il modulo di richiesta.

Beneficiari

Ma chi può accedere alle agevolazioni? A beneficiare della tax credit sono le imprese discografiche esistenti dal primo gennaio 2012, alle quali viene riconosciuto un credito di imposta dal primo gennaio 2014 al 31 dicembre 2016, nella misura del 30 per cento dei costi sostenuti per attività di sviluppo, produzione, digitalizzazione e promozione di registrazioni fonografiche e videografiche musicali, che siano opere prime o seconde di compositori, artisti interpreti o esecutori, nonché di gruppi di artisti.

Risorse

Il limite di spesa massimo per l’intero triennio 2014-2016 è stato fissato in 13,5 milioni di euro, con un tetto di 4,5 milioni di euro l’anno fino a esaurimento delle risorse disponibili in ciascun periodo d’imposta. La spesa massima per azienda su cui sarà possibile richiedere le agevolazioni nel triennio è di 667mila euro, con un credito d’imposta massimo per azienda nell’arco dei tre anni di 200mila euro. Le spese che possono beneficiare del credito d’imposta devono essere, in ogni caso, limitate alla somma di 100mila euro per ciascuna opera, la quale, quindi, potrà beneficiare di un credito d’imposta massimo di 30mila euro.

Spese ammesse

Le spese ammesse al beneficio sono i compensi riguardanti lo sviluppo dell’opera o quelli spettanti agli artisti-interpreti o esecutori, al produttore artistico, all’ingegnere del suono ed ai tecnici utilizzati dall’impresa per la sua realizzazione, e le spese per la formazione e l’apprendistato effettuate nelle varie fasi di tale sviluppo; le spese relative all’utilizzo e al nolo di studi di registrazione, noleggio e trasporto di materiali e strumenti; le spese di post-produzione o montaggio, missaggio, masterizzazione, digitalizzazione e codifica dell’opera, e le spese di progettazione e realizzazione grafica; le spese di promozione e pubblicità dell’opera.

Invio domande

Per accedere all’agevolazione fiscale, i soggetti interessati devono compilare l’apposita modulistica, stamparne una copia, inviarla tramite raccomandata con ricevuta di ritorno corredata da fotocopia del documento di identità o consegnare la copia stampata e firmata alla Direzione Generale Cinema. L’ufficio responsabile del procedimento è il Servizio I Affari generali, programmazione, bilancio e personale della Direzione Generale Cinema.


Limite di spesa

13,5 milioni di euro complessivo nel triennio 2014-2016

4,5 milioni di euro all’anno

Credito d’imposta

200.000 euro per azienda nel triennio

30 per cento per opera

Beneficiari

Imprese discografiche esistenti dal primo gennaio 2012

Scadenza

30 giugno 2015

Scarica il bando