Musica e cinema, pronti due nuovi accordi: Napoli punta a crescere ancora

103
in foto Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli

“Napoli diventa sempre più Città della Musica e dell’audiovisivo. Il Comune ha approvato gli schemi di accordo per due protocolli d’intesa da sottoscrivere con Assomusica – l’associazione nazionale che riunisce organizzatori e produttori di spettacoli musicali dal vivo – e con la RAI radiotelevisione italiana“. Lo rende noto il Comune di Napoli. “Con l’accordo fra il Comune e Assomusica, di durata biennale, s’intende promuovere la cultura della musica dal vivo, valorizzare il patrimonio musicale nonché le sue professionalità – in particolar modo napoletane – e realizzare interventi per la tutela e lo sviluppo del comparto locale della musica dal vivo, fare audience development e rafforzare il sistema dei live sul territorio – si spiega – L’accordo con la RAI, anch’esso di durata biennale, ha invece tra le finalità lo sviluppo dell’industria dell’audiovisivo a tutto tondo (dalle serie ai documentari) e in generale il sostegno al comparto dell’audiovisivo che opera sul territorio comunale ed alle professionalità del Centro Rai in occasione dei suoi 60 anni, oltre all’attuazione di percorsi di formazione e di laboratorio sia nell’ambito dei prodotti audiovisivi, sia nelle discipline dello spettacolo”.

Gli accordi saranno sottoscritti dal sindaco di Napoli Gaetano Manfredi e dai rappresentanti di Assomusica e della RAI.

“Sempre di questi giorni è la sigla di una partnership tra l’Amministrazione e la Fimi (Federazione industria musicale italiana) sempre volta a rafforzare il percorso di Music City nonché con l’Anart (Associazione nazionale autori radiotv) per rafforzare il comparto dell’audiovisivo e le sue professionalità autorali e la formazione che tanto impulso danno alla produzione di contenuti. Con tutti questi tasselli, Napoli Città della Musica si pone sempre più al centro delle dinamiche industriali e di crescita dei comparti musica ed audiovisivo”, conclude la nota.