Musica, Eduardo De Crescenzo torna alle origini: dal 26 maggio “Avvenne a Napoli”

91
in foto Eduardo De Crescenzo

Dal 26 maggio sarà disponibile il cofanetto “Avvenne a Napoli passione per voce e piano”, un progetto che Eduardo De Crescenzo dedica alle sue radici musicali e alla sua città. Il cofanetto racchiude il cd, pubblicato e distribuito dall’etichetta discografica Betty Wrong Edizioni Musicali di Elisabetta Sgarbi, e il libro, pubblicato e distribuito da La nave di Teseo.

“Avvenne a Napoli passione per voce e piano” è disponibile in pre-order su Amazon. Nel cd la voce iconica di Eduardo De Crescenzo e il pianoforte eurocentrico di Julian Oliver Mazzariello interpretano venti grandi classici napoletani. Insieme ripercorrono il prestigioso Canzoniere dai suoi esordi, intorno al 1800, fino al 1950, quando con lo sbarco degli americani arriverà in Italia il jazz e la musica cambierà per sempre. Come in una macchina del tempo, alla ricerca del suono perduto, trasportano l’ascoltatore nelle atmosfere di un mondo artistico incantato che raccontò in versi e in musica la bellezza della città e il suo umano sentire.

Il libro “Storie del Canzoniere napoletano” di Federico Vacalebre, racconta gli umori musicali, culturali, ma anche storici, politici e sociali che determinarono la gloria e la caduta di un fenomeno artistico, la Canzone classica napoletana, che ancora identifica, insieme con l’Opera, la musica italiana nel mondo. Il libro si apre con uno scritto suggestivo di Eduardo De Crescenzo che descrive la genesi e le motivazioni del progetto musicale “Avvenne a Napoli passione per voce e piano”.

“Sono orgogliosa di accompagnare come editore (nella duplice veste di editore di libri e di editore musicale) Eduardo De Crescenzo in un’opera che è già un classico contemporaneo. Eduardo, insieme con Julian Oliver Mazzariello e Federico Vacalebre, ha raccolto un patrimonio disperso di suoni, parole e storie dimenticate, e gli ha dato nuova vita, come è proprio dei grandi artisti”, afferma Elisabetta Sgarbi, fondatrice e direttrice generale ed editoriale de La nave di Teseo e fondatrice e direttrice artistica dell’etichetta discografica Betty Wrong Edizioni Musicali.