Musica: La Petite E’curie in concerto a Napoli

16
(fonte foto Facebook)

L’ensemble francese di oboe “La Petite E’curie” fa tappa a Napoli, il 7 novembre, alle 18, nella Chiesa di Santa Caterina da Siena, protagonista dell’apertura di “Note svelate”, XXIV stagione musicale della Fondazione Pieta’ de’ Turchini, presieduta da Federica Castaldo. Strumenti storici formato appartenente alla classe dei fiati ad ancia doppia, costituiscono la principale caratteristica di questo gruppo da Miriam Jorpanera (oboe), Marc Bonastre Riu (oboe tenore barocco), Valerie Colen (oboe), Giovanni Battista Graziadio (fagotto) e Philipp Lamprecht (percussioni). “Oboe e fagotto, tra composizioni del XVII e XVIII secolo – sottolinea Federica Castaldo – per offrire al pubblico esempi significativi dell’importanza che questi strumenti sono sempre rivestito nella sensibilità di tanti grandi compositori”.La Petite Ecurie sceglie un repertorio che include composizioni di Jean Baptiste Lully, Joseph Bodin de Boismortier, James Paisible, Henry Purcell, Antonio Vivaldi, Johann Christian Schieferdecker, per “realizzare – si legge in una nota dell’ensemble – un particolare ” grand tour” in Europa, proponendo un percorso musicale che dalla Francia giunge in Germania, passando per Inghilterra e Italia”. Il concerto e’ l’occasione per inaugurare, inoltre, l’installazione luminosa permanente “Luce d’autore” ideata e progettata da Davide Scognamiglio, con la collaborazione di Sebastiano Cautiero, realizzata dalla Fondazione attraverso uno specifico finanziamento della Regione Campania.