Musica, Uto Ughi in concerto a Scala

132

 

Il Maestro Uto Ughi, uno dei maggiori violinisti contemporanei, sarà a Scala, sabato 9 settembre nel Duomo di San Lorenzo, per il concerto “Percorsi lungo il 41° parallelo”, anteprima della XXIV edizione della rassegna “Scala incontra New York”, la storica manifestazione organizzata dal Comune di Scala che getta un ponte tra la Costa d’Amalfi e la Grande Mela e che quest’anno si sviluppa per tutto l’anno, con appuntamenti in autunno, nel periodo delle festività natalizie e fino in primavera.
Il Maestro Ughi sarà accompagnato al pianoforte da Andrea Bacchetti, considerato fra i migliori interpreti di Bach e Berio, per un concerto evento aperto a tutti.
Artista italiano tra i più apprezzati nel mondo e negli Stati Uniti, Uto Ughi è il primo testimonial, quest’anno, del dialogo culturale fra l’Italia e gli Stati Uniti promosso dall’evento di Scala. La sua attività artistica gli è valsa, nel 2015, il Premio America della Fondazione Italia Usa.
Scala, piccolo gioiello della Costa d’Amalfi, è il più antico comune dell’area costiera patrimonio UNESCO e fa parte della rete di Comuni, candidata a Capitale della Cultura 2020. Ed qui che nel 2002, grazie all’impegno dell’Associazione Culturale Scala nel Mondo nasce la manifestazione “Scala incontra New York” che negli anni ha visto la presenza di personalità del mondo politico, accademico, scientifico, oltre che grandi nomi della musica, del teatro, del cinema e della letteratura, anche grazie alla collaborazione con la Fondazione Italia Usa, il Consolato americano di Napoli e il Governo Italiano.
Il concerto sarà preceduto dalla commemorazione, diventata ormai una consuetudine nel programma del festival, delle vittime dell’attentato terroristico che sconvolse New York e il mondo l’11 settembre 2001.
L’edizione 2017 di “Scala incontra New York” è finanziata dalla Regione Campania (fondi POC 2014-2020) e si avvale da quest’anno della partnership della Fondazione Meridies presieduta da Ciro Attaianese, che curerà una sezione di incontri e seminari filosofici e della rassegna “Parole in viaggio – World in Journey” incontri internazionali di letteratura a cura di Angelo Cannavacciuolo, quest’anno nel segno Italia – Usa. «Grazie al contributo della Regione Campania – dice il sindaco di Scala, Luigi Mansi – attraverso i fondi POC 2014-2020, il Comune di Scala è riuscito a riproporre l’evento “Scala incontra New York” che vedrà la sua serata inaugurale sabato 9 settembre, rispettando il solenne cerimoniale della Commemorazione delle tante vittime che persero la vita in quel tragico attentato e che proseguirà con il concerto del maestro Uto Ughi nella cornice del nostro Duomo. Questa edizione si svilupperà su un tempo più lungo, abbiamo pensato di proporre incontri anche durante i mesi invernali arrivando fino al periodo natalizio grazie anche alla collaborazione della Fondazione Meridies. Il nostro impegno non si ferma , dopo anni di indubbio successo, è stato doveroso riproporre la kermesse “Scala incontra New York” che ci ha consentito di esportare una nuova immagine della nostra cittadina e dell’intera Costiera Amalfitana, non solo grazie alla sua storia, alle bellezze paesaggistiche e alla tradizione dell’ospitalità, ma attraverso messaggi e riflessioni fondamentali per un futuro migliore».