Mv Marine presenta a Genova Mito 29, primo walkaround della serie

137

Il cantiere nautico vesuviano MV Marine è presente alla sessantesima edizione del Salone Nautico di Genova con il nuovo Mito 29. Lungo 8,65 metri e largo 3,30 metri, è il primo modello “walkaround” della serie, con una console inedita che ospita bagno e spogliatoio. ”La coperta è molto funzionale ed ha ampi spazi – illustra Vincenzo Nappo, fondatore di MV Marine – comode sedute e prendisole. I layout disponibili in coperta sono due: con dinette di poppa e grande prendisole di prua oppure doppia dinette, a poppa e a prua”. Mito 29 richiama molte caratteristiche della serie: dalla passerella a ribalta alla scaletta bagno a scomparsa, schienali avvolgenti per pilota e passeggeri, fruibilità dell’opera morta, tanti accessori disponibili con qualità e cura ad ogni dettaglio. Da segnalare la linea sportiva in navigazione. La caratteristica principale è infatti la carena a doppio step, con V stellata, che aumenta la velocità e le doti di navigazione. ”Da studi sulla fluido dinamica e dai test su modellini in scala, eseguiti presso la vasca del dipartimento di ingegneria navale di Napoli – continua Nappo – sono state disegnate le linee d’acqua della carena, per ottenere alte prestazioni, basso regresso, confort in navigazione, senza rinunciare alle comodità di bordo”. Mito 29 si presenta come un ottimo tender anche per superyacht: il musone in vetroresina lascia libero il tubolare per l’accosto di prua e sono disponibili soluzioni per facilitare lo sbarco laterale. L’ancora è disposta in carena (lasciando libero il musone), facilitando la risalita e la discesa in banchina dalla prua. Inoltre l’ampia dinette di poppa offre posti a sedere per molti ospiti, con schienali imbottiti con spugne drenanti e ski di qualità, che contribuiscono al confort e alla sicurezza in navigazione anche con mare agitato. “Le tecniche di costruzione utilizzate sono quelle di cui MV Marine è leader – conclude Vincenzo Nappo – sarebbe a dire l’infusione sotto vuoto di carena e coperta con struttura in sandwich e accoppiamento delle parti con sigillanti strutturali elastici, che fungono da veri e propri ammortizzatori; Rtm-light per i coperchi, con finitura a gelcoat lucido da entrambe le facciate”.