Myanmar, padre Livio Maggi riceve l’onorificenza di Cavaliere dell’ordine della Stella d’Italia

55

L’Ambasciatrice d’Italia a Yangon, Alessandra Schiavo, ha insignito lo scorso 28 giugno Padre Livio Maggi dell’Onorificenza di Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia, conferita dal Presidente della Repubblica. Sacerdote missionario del Pontificio Istituto Missioni Estere (PIME) da 37 anni, e Direttore in loco della ONG “New Humanity International Foundation”, Livio Maggi è il primo cittadino italiano a ricevere un’Onorificenza in Myanmar. Si tratta di un riconoscimento della “sua generosa e disinteressata attività, svolta incessantemente negli ultimi 6 anni trascorsi in Birmania; così pure di un tributo all’impegno del PIME, presente in questo paese da oltre un secolo e mezzo”, si legge in una nota della sede diplomatica. “New Humanity International Foundation è sempre in prima linea nel sostegno a intere collettività in zone remote, belliche o disagiate, o nelle azioni di recupero di giovani in condizioni di vulnerabilità, quali disabilità, tossicodipendenza e criminalità. Ora che la Birmania sta attraversando forse la fase più critica della sua storia, che gli sfollati interni sono centinaia di migliaia, l’esempio di Padre Livio e di tutti gli altri suoi confratelli è una testimonianza straordinaria di umanità; un segnale di speranza in un momento drammatico” ha dichiarato l’Ambasciatrice Schiavo. Presenti in collegamento da remoto anche il Superiore Generale del PIME, Padre Ferruccio Brambillasca e Padre Gianni Criveller, Preside dello Studio Teologico del PIME, insieme con altri missionari, anche di nazionalità birmana.