Naples Shipping Week: la terza giornata è dedicata ai giovani e alla risorsa mare

47
in foto il porto di Napoli (ph. Ernesto Goglia)

Le professioni del mare e i giovani protagonisti della terza giornata della Naples Shipping Week, la settimana internazionale dello shipping e della cultura del mare, organizzata dal Propeller Club Port of Naples e Clickutility Team, importante momento di confronto per la comunità marittima sulle novità in ambito shipping, logistica e innovazione tecnologica. Oltre al coinvolgimento delle Università del Mare, oggi l’attenzione è stata dedicata alla portualità con due focus sulle Zone Economiche Speciali, strumento fondamentale per lo sviluppo del territorio.
Domani, giovedì 29 settembre al via Port&ShippingTech, il Forum internazionale dedicato alle innovazioni tecnologiche per lo sviluppo del sistema logistico e marittimo, Main Conference della NSW, che si svolgerà in presenza nel Centro Congressi della Stazione Marittima anche venerdì 30 settembre. Giunto alla sua 14^ edizione, l’evento è il principale appuntamento del settore, un vero e proprio think tank dell’intero cluster marittimo italiano. Una due giorni fitta di incontri e approfondimenti in cui particolare rilievo avranno i temi legati alla geopolitica, al turismo navale e ancora alla sostenibilità, attraverso l’adozione dei principi ESG e alle potenzialità rappresentate dalla blue economy italiana.
Per l’occasione alle 11 sarà presentato il Rapporto Annuale sui trasporti marittimi e sulla logistica a cura di SRM, il Centro Studi collegato al Gruppo Intesa Sanpaolo cui parteciperanno, tra gli altri: Gaetano Manfredi, Sindaco di Napoli, Giuseppe Nargi, Direttore Regionale Campania, Calabria e Sicilia, Intesa Sanpaolo, Massimo Deandreis, Direttore Generale SRM e Alessandro Panaro, Responsabile Maritime & Energy SRM. Giunto alla sua 9^ edizione, il Rapporto affronta nelle sue analisi i fenomeni, connessi all’economia marittima, che sono stati generati dai due eventi disruptive accaduti negli ultimi tempi: la pandemia, in particolare quella inerente la presenza della variante Covid-19 denominata Omicron, e la guerra Russia-Ucraina, che sta portando a significativi cambiamenti in termini di rotte percorse e porti scalati dalle navi.
Port&Shipping Tech quest’anno giunge a pochi giorni dalle elezioni: sarà così la prima occasione di confronto sulle tematiche nel quadro del nuovo assetto politico-parlamentale con la consueta tavola rotonda, organizzata da Assiterminal, che ospiterà delegati alle tematiche della logistica e dello shipping delle principali forze politiche. Le sfide all’ordine del giorno che Associazioni e nuovo Governo dovranno affrontare: PNRR in fase di consolidamento o integrazione, crisi energetica e reshoring, modelli di sostenibilità nella logistica, regole per un sistema competitivo ed equilibrato.
Il programma delle conferenze di Port&ShippingTech è disponibili al link https://www.nsweek.com/programma-pst2022/