Naples Shipping Week, l’edizione 2018 a Castel Sant’Elmo

282
Sarà Castel S’Elmo, il complesso monumentale che domina la città di Napoli dal punto più alto della collina del Vomero, ad accogliere venerdì 28 settembre, la grande cena mediterranea, evento di punta della III edizione della “Naples Shipping Week”, la settimana internazionale dello shipping e della logistica che dal 24 al 29 settembre 2018 si svolgerà nella città partenopea.
“Abbiamo accettato con entusiasmo la proposta del Propeller Clubs di ospitare a Castel Sant’Elmo la Cena Mediterranea della terza edizione della Naples Shipping Week – ha annunciato Fernarda Capobianco, coordinatrice dell’Ufficio Concessioni del Polo Museale della Campania e responsabile delle concessioni di Castel S. Elmo. Sono certa che la collaborazione tra il Cluster marittimo e Castel Sant’Elmo sarà positiva per entrambi e che l’evento farà conoscere a tanti importanti protagonisti dello shipping nazionale ed internazionale questo meraviglioso castello medievale, ricco di storia e con un panorama spettacolare su tutto il Golfo di Napoli”.
“Dopo le esperienze molto positive delle due precedenti edizioni svoltesi a Castel dell’Ovo e a Palazzo Reale, il Propeller continua a privilegiare e a valorizzare il grande patrimonio artistico di Napoli e organizza l’evento conclusivo di questa terza edizione a Castel Sant’Elmo – ha sottolineato Umberto Masucci, Presidente The International Propeller Club Port of Naples.Siamo molto grati alla Direzione del Polo Museale della Campania e di Sant’Elmo di averci concesso questa straordinaria possibilità per la Cena Mediterranea che sarà quindi accolta in questo luogo magico e dove protagoniste saranno le eccellenze dei prodotti campani ”.
La dottoressa Annamaria Romano, direttrice di Castel S. Elmo, afferma: “Dapprima cittadella delle truppe, poi carcere militare, l’immenso complesso di origine medievale è rimasto per secoli un corpo sostanzialmente estraneo alla città fino a quando è stato dato in consegna alla Soprintendenza per Beni Artistici e Storici di Napoli che ha proseguito importanti lavori di restauro, recuperando nuovi e moderni spazi espositivi. Grazie a questi interventi Castel Sant’Elmo è entrato a far parte a pieno titolo della vita di Napoli, diventando sede d’iniziative espositive e manifestazioni culturali che ne hanno modificato la vocazione e, di conseguenza, il ruolo urbanistico. Il castello si propone infatti come centro polifunzionale rivolto ad ampliare sia il mondo della cultura grazie alla ricca fototeca e alla biblioteca di storia dell’arte “Bruno Molajoli”, sia quello dello spettacolo, con un auditorium che accoglie convegni, concerti, rappresentazioni teatrali e cinematografiche”.