Napoletani in fuga verso il Regno Unito, nel 2017 raggiunta quota 4mila unità

68
In foto una veduta di Londra, capitale del Regno Unito
E’ ancora il Regno Unito nel 2017 ad accogliere la maggioranza degli italiani emigrati all’estero (21 mila), seguito da Germania (quasi 19 mila), Francia (12 mila) e Svizzera (oltre 10 mila). In questi quattro Paesi si concentra complessivamente oltre il 60% degli espatri. Tra i Paesi extra-europei, le principali mete di destinazione sono Brasile, Stati Uniti e Canada (nel complesso 13,5 mila), Australia (oltre 2 mila) e Emirati Arabi (oltre mille). Lo afferma l’Istat nel report “Mobilità interna e migrazioni internazionali della popolazione residente”. Nella graduatoria dei 15 principali paesi di destinazione degli emigrati italiani, entra per la prima volta nel 2017 il Portogallo che, con 1.614 espatri, si colloca al 13 posto. La particolarità di questo flusso di emigrazione è la prevalenza di italiani ultra cinquantacinquenni (62%). La Lombardia è la regione col maggior numero di emigrati (22 mila), seguono Sicilia e Veneto (entrambe 11 mila), Lazio (10 mila) e Piemonte (8,6 mila). I flussi più numerosi provengono dalle province di Roma (8 mila), Milano (7 mila), Torino e Napoli (entrambe 4 mila); in termini relativi sono invece le province di Imperia (3,8 per mille), Bolzano (3,5) Macerata (3,3) e Agrigento (3,2).