Napoli, accordo tra Comune e attrattori culturali per un laboratorio del turismo sostenibile

56


Accordo di collaborazione tra l’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, la Terza Municipalità, il Museo e Bosco di Capodimonte, l’Osservatorio astronomico di Capodimonte, le Catacombe di San Gennaro e il Museo archeologico. L’accordo è stato firmato questa mattina nella Sala Giunta di Palazzo San Giacomo e prevede la costituzione di un laboratorio per il turismo sostenibile sul territorio della ​Terza ​Municipalità ​e,​ in particolare​​ sul territorio che da ​v​ia Foria sale fino a Capodimonte (Vergini-Sanità-Capodimonte). Le principali finalità del laboratorio sono: sviluppare riflessioni e realizzare conseguenti azioni unitarie per migliorare la sostenibilità, la competitività e l’accoglienza del turismo a Capodimonte e lungo le sue pendici da ​v​ia Foria alla Reggia; affrontare le problematiche dei ​t​rasporti, ​igiene ur​bana, ​si​​​curezza, ​m​anutenzione ​o​rdinaria sperimentando nuove soluzioni; favorire e sviluppare pratiche di coinvolgimento e coordinamento degli stakeholders territoriali, coinvolgendo anche le categorie, i comitati, le associazioni di imprese e i cittadini in un’ottica sempre maggiore di partecipazione.
Si lavora inoltre con l’azienda Citysightseeing per ampliare l’offerta dei trasporti già garantita da Anm: il servizio della navetta dell’arte “Shuttle Capodimonte”, attivo già dal 29 aprile scorso, è stato infatti potenziato con l’istituzione della fermata “Catacombe di San Gennaro” e la possibilità di fermate a richiesta lungo il percorso. La navetta per raggiungere Capodimonte è disponibile anche per i cittadini alla tariffa speciale di 1,50 euro a tratta con partenze tutti i giorni (tranne il mercoledì giorno di chiusura del Museo) con partenze ogni ora dalle 9.15 alle 17.15 da piazza Trieste e Trento e con ultima partenza dal parco per il rientro alle ore 18.10. Per l’assessore al Turismo e alla Cultura del Comune di Napoli, Nino Daniele, “l’accordo firmato oggi assume un valore particolare perché lancia un messaggio forte alla città dopo una fase più che positiva che ora ci responsabilizza ancora di più, tutti, istituzioni, grandi poli culturali della città e tessuto privato che si occupa di servizi turistici”.