Napoli, “Ad occhi aperti”: un flash mob per dire basta alla delinquenza

70

“In tanti hanno preso parte oggi a Napoli all’iniziativa ‘Ad occhi aperti’. Un flash mob con occhialini sul volto per dire basta a delinquenza e cialtronismo. Oggi la citta’ ha visto la nascita di sentinelle civiche, persone oneste e perbene che vogliono un cambio di rotta per la nostra terra. I cittadini sono stanchi, non vogliamo piu’ chiudere gli occhi davanti a quello che sta succedendo nella nostra terra, dal ritorno prepotente della camorra, all’incivilta’ e alla prepotenza, fino ai gravi problemi ambientali”. Lo dice Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, promotore dell’iniziativa tenutasi nel Gran Caffe’ Gambrinus. Secondo Borrelli “per cambiare le cose non bastano solo le istituzioni”. “Dobbiamo essere noi in prima persona a fare la differenza, mettendoci la faccia, le braccia e il cuore. Un semplice cellulare sara’ trasformato in un’arma di denuncia, i nostri canali social piattaforma dove mostrare a tutti incivili e delinquenti per segnalarli ad autorita’ e istituzioni”. “Il nostro obiettivo e’ quello di lavorare per la nostra comunita’. Portiamo avanti azioni concrete da portare all’attenzione delle istituzioni – aggiunge l’esponente dei Verdi – Oggi abbiamo lanciato alcune importanti proposte, come la proposta di arresto per i parcheggiatori abusivi, che a breve arrivera’ sul tavolo del ministero dell’Interno, il pedaggio gratis o a prezzo dimezzato per la tangenziale: basti pensare che Napoli e’ l’unica citta’ ad avere un asse viario a pagamento al suo interno. O ancora l’inasprimento delle pene per chi sversa rifiuti o appicca roghi tossici, e la revoca della potesta’ genitoriale per i boss di camorra”. “Siamo ad un punto di partenza, ma vogliamo che questa iniziativa continui a crescere per arrivare alla vera svolta sociale. Per aderire – sostiene Borrelli – basta contattarci tramite i nostri canali social. Ma soprattutto denunciare. In Campania sono pochissime le denunce rispetto ai crimini commessi. Non dobbiamo avere paura: una vita tranquilla, all’insegna della legalita’, e’ un nostro sacrosanto diritto”.