Napoli, al Vomero Natale senza luminarie per la potatura degli alberi: vendite a rischio

46
(foto da Pixabay)

Con una comunicazione inviata ai commercianti vomeresi la Camera di Commercio di Napoli comunica che, nonostante la convenzione siglata nel luglio scorso con il Comune di Napoli, nella quale sono state definite le tempistiche, si vede costretta a rimuovere le luminarie natalizie in via Luca Giordano e via Scarlatti.
Nei giorni scorsi, infatti, l’Ente camerale ha ricevuto una nota nella quale si intimava lo smontaggio “temporaneo” delle luminarie per procedere ai lavori di potatura degli alberi. Lo smontaggio, precisa la lettera della Camera di Commercio, “non potrà essere temporaneo, in quanto la ditta che si è aggiudicata la gara per ‘Illuminiamo Napoli’ dovrebbe ricevere un ulteriore ristoro per lo smontaggio e il rimontaggio prima della rimozione definitiva”. Ristoro che né la Camera di Commercio né il Comune dicono di potersi fare carico.
“Siamo indignati per la tempistica errata da parte del Comune – sottolinea Enzo Perrotta, presidente della Federazione del Commercio, che in Campania rappresenta circa ottomila operatori, e del Centro Commerciale Naturale Vomero Arenella -. Mi sembra fuori dal mondo quanto letto nella nota della Camera di Commercio per due ordini di motivi: la famiglia Fiola è politicamente ben incardinata nella maggioranza in Consiglio Comunale. Poi gli alberi ancora da potare sono in molte strade dove non ci sono luminarie. Aspettare 40 giorni non credo che sia un danno terribile, anche perché sono tre anni che la potatura non avviene”.
“E’ evidente che qualcosa nell’iter dei permessi non è andato a buon fine altrimenti la richiesta di smontaggio non poteva aver luogo – prosegue Perrotta -. Dalla Camera di Commercio di Napoli ci aspettavamo più precisione e dagli uffici comunali meno approssimazione: in un Natale difficile con potere d’acquisto ridotto il buio da luminarie sia un ulteriore batosta sul sentiment dei consumatori e sugli incassi dei commercianti”.