Napoli, alla Camera di commercio il primo business hub itinerante

63

Venerdì 29 novembre, dalle 9 alle 13, la Camera di commercio di Napoli, nella sede di via Aspreno 2, ospiterà il primo business hub itinerante d’Italia. Per un’intera giornata, gratuitamente, gli imprenditori e gli startupper, non solo giovani ma di ogni età, avranno a disposizione la consulenza di professionisti per marketing, digitalizzazione, business innovation, fundraising e internazionalizzazione: sono esattamente le quattro direttrici di impresa che, correttamente sviluppate, permettono di passare dal potenziale di un’idea alla realizzazione concreta di un’attività imprenditoriale. Il progetto si chiama ‘My business hotspot’ e prevede laboratori e workshop pratici e gratuiti, per acquisire o affinare le competenze utili a lanciare o espandere il business imprenditoriale. Il tour è organizzato da Up2lab, in partnership con Coface e con il patrocinio di Confassociazioni e Camera di commercio di Napoli e la condivisione di Ucid. L’obiettivo è fornire un supporto concreto allo sviluppo dei tessuti imprenditoriali locali. L’evento prevede workshop per rinforzare le skill manageriali e sportelli di consulenza gratuita per avere un primo auditing, da parte di esperti del settore, sulle principali attività di business development. Up2lab è società di consulenza e studio internazionale, Coface è una multinazionale tra i leader mondiali nell’assicurazione dei crediti, mentre Confassociazioni è la Confederazione delle associazioni professionali (attualmente sono 502 le associazioni aderenti in rappresentanza di 820mila professionisti e 149mila imprese).
“La mission – spiegano Vincenzo Benincaso e Mattia Esposito, i giovani co-founder di Up2lab – è quella di mettere a disposizione delle pmi di Napoli le competenze e il know how di professionisti del settore, per un’intera giornata di formazione e consulenza e in maniera completamente gratuita”. Marketing, digitalizzazione, business innovation, fundraising e internazionalizzazione sono le aree tematiche al centro degli eventi che saranno strutturati in attività di formazione, con workshop mirati, attività di consulenza e desk gratuiti all’interno dei quali gli imprenditori avranno la possibilità di ottenere un primo auditing e individuare le aree di miglioramento del proprio business. Punti di forza, punti di debolezza, struttura aziendale, funzioni, comunicazione interna ed esterna, rete di interazione con servizi e fornitori, organizzazione: niente può essere lasciato al caso. “Il programma dei workshop prevede un approccio pratico, proprio per fornire un apporto concreto all’acquisizione di skill manageriali e favorire il trasferimento del know how nel campo della business innovation”, aggiunge Ernesto De Martinis, ceo di Coface Italia. Relatori e consulenti impegnati nella full immersion saranno: Armando De Lucia, partner e direttore divisione Diritto dell’informatica, innovazione e privacy, studio legale Dlp; Francesco Maio, analyst Invitalia; Carlo Balnelli, agente generale Coface; Adriana Apicella, direttore generale Confassociazioni; Stefania Brancaccio, Coelmo spa; Leonarda Scrocco, Ucid Cava, Salerno e Costa d’Amalfi; Veronica Rauso, vicepresidente Confassociazioni Campania; Alberto De riso, Up2lab.