Napoli, allarme sicurezza a bordo bus. Anm chiede più controlli sul territorio

23
L’allarme sociale generato dalle ripetute aggressioni al personale Anm e al patrimonio aziendale impone azioni più efficaci. “Chiediamo un intervento urgente – afferma l’amministratore unico di Anm Alberto Ramaglia – non più procrastinabile, di chi è deputato a garantire il presidio del territorio e il controllo dell’ordine pubblico. E’ necessario dare più continuità e sistematicità alle iniziative di controllo del territorio e assistenza operativa per fornire al nostro personale e all’utenza tranquillità e sicurezza a bordo dei nostri mezzi.” 
Anm ha di recente messo in campo iniziative di contrasto e prevenzione realizzate in collaborazione con le forze dell’ordine e l’Arma dei Carabinieri. Nello nello stesso periodo del 2015 gli atti vandalici registrati erano stati 15 rispetto ai nove registrati nel 2016. “Ma evidentemente non basta. La sicurezza – conclude Ramaglia – è un tema che riguarda tutti, istituzioni, prefettura, forze dell’ordine e gli stessi cittadini. Ciascuno per la sua parte è chiamato a mettere in campo tutto il tempo e le risorse necessarie per garantirne il rispetto”.