Napoli ancora plastic free, ordinanza del Comune fino a marzo 2020

73

Il Comune di Napoli, per proseguire l’azione di prevenzione per la riduzione dei rifiuti di plastica e della produzione di rifiuti marini, ha emesso una nuova ordinanza, in vigore da oggi 1 ottobre 2019 e fino al 31 marzo 2020, per “eliminare l’uso di plastica monouso non biodegradabile e non compostabile in occasione di eventi, convegni e manifestazioni organizzate in sedi o siti ricompresi nella zona territoriale di applicazione del divieto” che ricomprende il lungomare della città di Napoli “ovvero la fascia territoriale compresa tra le strade che costeggiano la linea di costa, anche per i terreni elevati sul mare, dalla localita’ La Pietra alla localita’ Pietrarsa”. A questo scopo, il Comune ordina “agli esercizi commerciali, ai pubblici esercizi, ai laboratori di produzione artigianale di alimenti autorizzati alla vendita per asporto, agli operatori del commercio su aree pubbliche, sia in sede fissa sia in forma itinerante, incluse le attivita’ di catering del settore alimentare e agli esercenti delle attivita’ balneari, quali lidi e circoli nautici e agli organizzatori ed operatori commerciali di eventi, convegni e manifestazioni” di “non utilizzare, fornire e commerciare contenitori, stoviglie, posate, cannucce e ogni altro manufatto monouso ad uso alimentare in plastica non biodegradabile e non compostabile. Fanno eccezione “le bottigliette d’acqua monouso impiegate in operazioni di soccorso e in eventi, convegni e manifestazioni in cui il responsabile dell’organizzazione adotti adeguate soluzioni di raccolta differenziata delle bottigliette, tali da inibire qualunque incontrollato abbandono del rifiuto pregiudizievole per la salvaguardia del mare”. Per i trasgressori e’ prevista una sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro.