Napoli, artigianato in carcere, mostra nella Galleria Umberto

96
in foto Samuele Ciambriello

A Napoli la IX edizione della mostra mercato “ArtigiaNato in carcere”: sabato 14 dicembre, dalle 9 alle 17, presso la Galleria Umberto I°, si svolgerà la manifestazione promossa dal Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria di Napoli in collaborazione con il Centro per la Giustizia minorile e di Comunità, il garante per i Detenuti della Regione Campania, l’associazione “Il carcere possibile onlus” e con il patrocinio del Comune di Napoli. “L’iniziativa – ha detto il provveditore regionale dell’Amministrazione penitenziaria, Antonio Frullone – propone l’esposizione dei manufatti e prodotti artigianali realizzati negli istituti penitenziari campani, coinvolgendo anche le cooperative e le associazioni di volontariato operanti negli istituti e i detenuti impegnati direttamente nelle lavorazioni. Obiettivo dell’iniziativa è sensibilizzare l’opinione pubblica dando visibilità alle tante attività laboratoriali che i detenuti svolgono all’interno degli istituti, unitamente all’impegno dell’Amministrazione penitenziaria, nel garantire l’esecuzione della pena nell’ottica della rieducazione e del reinserimento sociale attraverso il lavoro e la formazione professionale”. “Negli anni questa manifestazione – ha evidenziato il garante campano dei detenuti, Samuele Ciambriello – è diventata fortemente motivante per tutti gli operatori coinvolti, oltre a essere un’occasione di incontro e verifica con la rete territoriale, contribuendo a rafforzare i rapporti e a favorire nuove sinergie e progetti, grazie al lavoro di tutti gli operatori coinvolti che, con grande sensibilità e generosità, hanno reso questa manifestazione un esempio concreto del ‘fare rete’, contribuendo al dopo e fuori del carcere e prevenendo così la recidiva per molti diversamente liberi”.