Napoli-Bari, Gruppo Webuild migliore offerente per la tratta Orsara-Bovino

224

Il Gruppo Webuild migliore offerente per il contratto per la progettazione esecutiva e l’esecuzione della linea ferroviaria Napoli-Bari, Tratta Orsara-Bovino, del valore di 367,2 milioni di euro. I lavori, che saranno gestiti dal cliente Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), qualora assegnati definitivamente saranno eseguiti da un consorzio in cui il Gruppo è leader, con una quota del 70%, insieme a Pizzarotti (30%). Lo comunica il Gruppo. Il progetto, che permetterà la creazione di 5 mila posti di lavoro, rappresenta un ulteriore contributo del Gruppo nella direzione dello sviluppo della mobilità sostenibile in Italia, soprattutto nel Sud, che il Paese sta perseguendo con sempre maggiore determinazione, anche attraverso le risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.
Investimenti che avranno un impatto significativo sull’ammodernamento delle reti infrastrutturali e sull’occupazione, diretta e dell’intera filiera, che rappresenta la vera emergenza per la ripresa. Sempre nel settore della mobilità sostenibile, Il Gruppo si è recentemente aggiudicato il contratto per una tratta di nuova linea ad alta capacità in prosecuzione della galleria di base del Brennero, tra Fortezza e Ponte Gardena, per un valore di 1,07 miliardi di euro, che permetterà la creazione di 15.000 posti di lavoro complessivi tra diretti, indiretti ed indotto con tutta la filiera produttiva del settore.
Gli interventi previsti per la nuova tratta della linea Napoli-Bari si inseriscono nell’ambito della riqualificazione dei trasporti sull’asse trasversaleNapoli-Benevento-Foggia-Bari. Lo sviluppo dell’itinerario Napoli-Bari prevede il raddoppio delle tratte ferroviarie a singolo binario e delle variantirispetto agli attuali tracciati, con l’obiettivo di rendere più competitivo il trasporto su ferro rispetto a quello su gomma, e di migliorare l’integrazione della rete ferroviaria del Sud Est con il sistema AV/AC, con un conseguente aumento generalizzato dell’offerta del servizio ferroviario nell’intero Mezzogiorno. Il tracciato della Tratta Orsara-Bovino si estende per una lunghezza complessiva di 11,8 km con una velocità compresa tra 200 e 250 km/h e si sviluppa prevalentemente in galleria.
L’intervento è composto dal raddoppio del binario, interamente in variante rispetto alla Linea Storica; dalla Galleria Orsara, di lunghezza di 9.871 m, in doppia canna a singolo binario; dal collegamento provvisorio a doppio binario con la Linea Storica, velocità di 90 km/h e lunghezza complessiva di 1,08 km; dalla demolizione del corrispondente tratto della Linea Storica. La linea ferroviaria Napoli-Bari punta a diventare un asse strategico per lo sviluppo della mobilità sostenibile nel Sud Italia, con tempi di percorrenza quasi dimezzati tra Napoli e Bari, collegate in sole due ore, e permetterà inoltre di avvicinare Nord e Sud, con la previsione di un viaggio da Milano a Bari in sei ore. Ma la realizzazione della nuova linea si afferma anche come volano di sviluppo economico ed occupazionale nell’area: le due tratte a cui sta già lavorando il Gruppo – la Napoli-Cancello e la Apice-Hirpinia – vedono oggi all’opera oltre 2.200 uomini e donne tra diretti e indiretti ed indotto. Persone a cui si aggiunge una lunga filiera di fornitori rappresentata da circa 400 aziende soprattutto nazionali.
La tratta Napoli Cancello consentirà di portare i binari della linea a servizio della stazione AV di Napoli-Afragola, costruita dalla società Astaldi parte del Gruppo Webuild, stazione che una volta operativa diventerà hub per l’interscambio passeggeri tra i servizi regionali e AV. Il tracciato si articola per circa 15,5 km nei territori di Casoria, Casalnuovo, Afragola, Caivano e Acerra. La seconda tratta della linea in costruzione, Apice-Hirpinia, invece, supera i 18 chilometri e prevede l’attraversamento dell’Appennino e la realizzazione della stazione intermedia di Hirpinia. Nel progetto rientra la costruzione di tre gallerie naturali e quattro viadotti in un contesto molto complesso dal punto di vista paesaggistico. L’impegno di Webuild nel Sud Italia risale agli anni Trenta, con la realizzazione come Gruppo oltre 280 opere. Webuild è oggi al lavoro su 10 grandi progetti e altri due sono prossimi a divenire operativi.
La tratta Napoli Cancello consentirà di portare i binari della linea a servizio della stazione AV di Napoli-Afragola, costruita dalla società Astaldi parte del Gruppo Webuild, stazione che una volta operativa diventerà hub per l’interscambio passeggeri tra i servizi regionali e AV. Il tracciato si articola per circa 15,5 km nei territori di Casoria, Casalnuovo, Afragola, Caivano e Acerra. La seconda tratta della linea in costruzione, Apice-Hirpinia, invece, supera i 18 chilometri e prevede l’attraversamento dell’Appennino e la realizzazione della stazione intermedia di Hirpinia. Nel progetto rientra la costruzione di tre gallerie naturali e quattro viadotti in un contesto molto complesso dal punto di vista paesaggistico. L’impegno di Webuild nel Sud Italia risale agli anni Trenta, con la realizzazione come Gruppo oltre 280 opere. Webuild è oggi al lavoro su 10 grandi progetti e altri due sono prossimi a divenire operativi.